Vaso di Pandora

Riflessioni sull’essere e l’apparire

Venire a sentire il seminario  ‘percezione della bellezza tra psicopatologia e antropologia’ è stato un tuffo rinfrescante nel piacere di ascoltare.


Bello il linguaggio, belle le suggestioni, bello sentire di appartenere a quella visione.

E poi di sentire il collegamento di quella visione a tutta l’esperienza e la conoscenza che l’esperienza clinica e la cultura  mi ha dato.

Ritrovare le radici collegare linguaggi diversi ma sostanzialmente legati agli stessi concetti. Bello certo. Ma poi tornandomene a casa qualche perplessità.  

Ero reduce da una giornata evento per il patto per la salute mentale, tanto pubblico vario (operatori in cerca di ecm operatori interessati famigliari ed utenti psichiatrici politici associazioni). Incontro che mi aveva addolorato per la sua bruttezza intendo bruttezza per la passerella di slogan per le affermazioni di superficie per la gestione in mano ad alcuni che si ritengono i giusti portavoce, per la finta democrazia.


Perché però collegavo questi eventi uno brutto e uno bello con una senso di amarezza.


Tutti e due erano due chance di formazione, informazione di stimolo di cultura. Eppure mostravano prepotentemente delle certezze. Asserzioni certe.


Mi aspettava una terza occasione un incontro sul Kitsch che mi spiazzava sul bello e sul brutto.


Il bello legato a quella cultura a quel ceto sociale a quel pregiudizio a quella condizione come il brutto, il bello che cambiava nella nostra stessa vita come nel tempo. Il brutto che scostava bollava come inferiore… e poi così vero certo?


Perché questo discorso e questa emozione, perché se è per me é vero che niente di cio che è umano mi è estraneo avverto in contesti diversi invece la prepotenza di snobismi e certezze che allontanano dalla vicinanza all’umano. Indispensabile nel lavoro clinico, nella formazione, nel prevenire scissioni disastrose, e che certo non si risolvono con incontri al vertice, o solamente con la scienza e la ricerca se non all’interno di un sistema di comunicazione, connessione umana  che ci tenga ancorati al rispetto al dubbio all’apertura all’altro, all’ascolto. Insomma al nostro lavoro clinico e a quello che ogni giorno ci circonda anche se non percepito bello piacevole in sintonia con noi.


Ecco vedere il pubblico manipolato da asserzioni piacevoli o viceversa demagogiche o ancora allontanato da un interesse che lo renda protagonista e non spettatore mi amareggia.
Questa osservazione nulla tolgono alla importanza di queste occasioni di cui alla fine sono profondamente grata perché mi fanno pensare e sono giuste. E sono comunque il frutto di lavoro di impegno di interesse di buoni propositi e per questo continuo a seguire.

Perché non c’è bello o brutto in assoluto ma avere la costanza di esserci.

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
uomo si gratta la testa guardando fuori dalla finestra
28 Maggio 2024

Tricotillomania: cos’è e come trattarla

Cos’è la tricotillomania esattamente? In questo articolo andremo a esplorare i sintomi, le cause e le strategie di trattamento di questa condizione poco nota rispetto ad altri disturbi della categoria ossessivo-compulsiva (DOC), cui appartiene anche…

due donne comunicano tra loro gesticolando
28 Maggio 2024

Comunicazione paraverbale: di che si tratta?

Molti di noi non sanno esattamente cosa sia la comunicazione paraverbale o non ne hai mai sentito parlare prima. Eppure, con comunicazione paraverbale si indica un aspetto fondamentale della comunicazione umana. Questa si compone di…

Due esperienze in CT di Roma
28 Maggio 2024

Due nuove esperienze in CT di Roma

Nel corso dell’ultimo anno, mi sono recato in due Comunità Terapeutiche facenti parte del DSM della Asl Roma 1, in qualità di volontario, in base all’esistenza di una Convenzione tra la Asl Roma 1 e…

extrasistole e ansia
28 Maggio 2024

Extrasistole e ansia: come capire il collegamento

Il cuore, motore instancabile del nostro corpo, scandisce il ritmo della vita con una precisione sorprendente. Tuttavia, a volte, questa armonia può essere interrotta da un battito improvviso e inaspettato: l’extrasistole. Questa sensazione, spesso descritta…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Appuntamenti
Leggi tutti gli articoli
Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd