Vaso di Pandora

A gonfie vele

Il nostro nuovo progetto… A gonfie vele
di G. Giusto, S. Porazzo, D. Minetti, F. Olivieri
Dal mese di giugno 2017 l’Associazione “Il Barattolo” ha firmato l’accordo con l’Istituto Superiore Ferraris-Pancaldo, proprietaria della nave “Leon Pancaldo”, attraverso il quale l’associazione è diventata a tutti gli effetti l’armatore della nave stessa per i prossimi dieci anni.

A seguito della convenzione “Il Barattolo” intende perseguire i propri scopi statutari, mettendo in campo una serie di progettualità che coinvolgano la “Leon Pancaldo” finalizzate alla riabilitazione e al benessere dei pazienti psichiatrici, appena si saranno concluse le opere di manutenzione e di messa in sicurezza della nave-scuola attualmente in corso.
La Leon Pancaldo è la storica nave dell’Istituto Nautico di Savona e rappresenta la tradizione marinaresca della città. L’amore per il mare, per l’avventura e per la navigazione senza barriere ha fatto scaturire tra i soci dell’Associazione il desiderio di restituire l’imbarcazione alle sue funzioni, dopo un lungo periodo di disuso.
Con il progetto “A gonfie vele” intendiamo prima di tutto proporre un percorso sociosanitario e culturale che dal mare parte e ad esso ritorna, attraverso l’incontro con l’Arte, la Storia, la Biologia Marina e la Medicina.
Il progetto si basa sull’organizzazione a bordo della nave-scuola di conferenze itineranti, sui quattro temi sopraindicati, attraverso i viaggi in mare verso i porti liguri, tendenti a valorizzare la Leon Pancaldo come ambasciatrice in campo sociosanitario oltre che marinaresco. I porti a cui approderà la nave saranno quelli di Portovenere, Chiavari, Portofino, Varazze, Loano e Imperia.
Ogni conferenza, aperta non solo ai pazienti e ai viaggiatori della Leon Pancaldo ma a tutta la cittadinanza interessata, sarà tenuta da relatori esperti d’arte, di storia della navigazione, di biologia marina e di medicina.
Il porto di Savona rimarrà il centro dell’attività permanente: il ketch sarà sede sia di mostre d’arte organizzate da artisti del territorio, sia di mostre d’arte irregolare organizzate dai pazienti delle Comunità Terapeutiche e/o seguiti dai servizi del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASL2 savonese.
L’Associazione crede fermamente che il percorso riabilitativo per i pazienti psichiatrici passi anche attraverso l’attività in mare e l’arte ad esso legata: l’imbarcazione effettuerà le uscite in mare, sotto la guida di Skipper qualificati, trasportando verso i porti sopraindicati non solo i pazienti. I familiari e i soci de “Il Barattolo” ma anche i rappresentanti della cittadinanza che, attratti dai contenuti della proposta progettuale credano nel valore dell’integrazione e della sensibilizzazione verso la malattia mentale.
Attraverso le uscite in mare verso i porti liguri e non solo, oltre a dare la possibilità ai pazienti psichiatrici di vivere un’esperienza indimenticabile in mare aperto, si vuole sensibilizzare i viaggiatori ai temi della conservazione e della tutela ambientale, affinché si arrivi a considerare l’ambiente marino una realtà unica e preziosa.
La possibilità di essere guidati da uno Skipper di esperienza e partecipare ad incontri culturali sulla stessa imbarcazione, permette ai partecipanti di condividere un’esperienza intensa di crescita e recupero sociale, che diventa momento importante nel percorso di superamento del disagio psichico oltre che di incontro con la società. Il mare, la natura, la barca diventano quindi strumenti di crescita personale, di rafforzamento della personalità e contribuiscono ad aumentare il sentimento di fiducia nei confronti dell’altro. Il malato psichico, attraverso il viaggio in mare sperimenta se stesso in un luogo aperto, dove non esistono i confini delle comunità e/o della propria stanza in cui giornalmente passa il suo tempo. Inoltre, in barca tutti quanti devono cooperare per la buona riuscita della navigazione e soprattutto ognuno deve aver ben chiaro quale deve essere il proprio ruolo, quale quello degli altri in un sistema di regole dove ogni passeggero deve apporre la massima fiducia in chi sta viaggiando accanto a lui.
Infine, la Leon Pancaldo sarà sede di creatività artistica, ospitando nel porto di Savona, opere di artisti locali e pezzi di arte irregolare creati da pazienti affetti da malattia mentale. Con l’allestimento delle mostre d’arte, fruibili e apprezzabili da tutti, si contribuisce sia a far ammirare le opere artistiche, sia ad alimentare nel centro savonese il fervore di arte e cultura insito sul nostro territorio oltre che contribuire ad eliminare ogni barriera tra la cittadinanza e la malattia mentale, causate da paura o da “non conoscenza”. I protagonisti di questo progetto sono soprattutto i pazienti insieme agli artisti, ai soggetti pubblici e privati e a tutti coloro che accettano di confrontarsi e di mostrarsi attraverso rapporti di partecipata reciprocità.
L’obiettivo prevalente del progetto è quello di sviluppare attività e interventi che evidenzino quanto la salute e la prevenzione delle malattie risiedano in una dimensione scientifico culturale che pone al centro del suo interesse la persona e la forza riabilitativa del mare e dell’arte.
La finalità è il miglioramento dello stato di benessere di chi è affetto dalla malattia mentale e nel contempo si vuole favorire la divulgazione e lo scambio di informazioni corrette sulle patologie psichiatriche, favorendo così una maggiore consapevolezza della malattia e riducendo la possibilità di stigma ed emarginazione sociale.
Il progetto inoltre si pone l’obiettivo non secondario di ridare voce e vita al prestigioso veliero armato ketch sia nella nuova funzione artistica e sociosanitaria, sia nella storica funzione di nave-scuola, contribuendo a dare continuità all’esperienza formativa degli studenti mettendoli in contatto diretto con il mare e non solo.
Condividi

Commenti su "A gonfie vele"

  1. Che dire?
    Bravi , è un progetto importantissimo, anche sul piano della riabilitazione/recovery e della lotta allo stigma ed all’isolamento.
    Sono con voi sulla “Leon Pancaldo”….
    Luigi

    Rispondi

Lascia un commento

Leggi anche
una persona prende molte patatine da un tavolo pieno di cibo
16 Aprile 2024

Abbuffate compulsive: comprendere e gestire il disturbo

Le abbuffate compulsive, anche conosciute come disturbo da alimentazione incontrollata (Binge Eating Disorder, BED), sono un disturbo alimentare caratterizzato da episodi ricorrenti di eccessivo consumo di cibo, in cui si ha la sensazione di perdere…

Amare la solitudine: un uomo solo seduto su una panchina
16 Aprile 2024

Amare la solitudine: elementi da considerare

Si tende a pensare che le persone amanti della solitudine siano timide, riservate o addirittura asociali. In realtà, però, si tratta soltanto di pregiudizi, che spesso hanno poco a che fare con la verità. Imparare…

come calmare l'ansia velocemente
16 Aprile 2024

5 piccoli consigli su come calmare l’ansia velocemente

L’ansia è una condizione comune che può manifestarsi in diverse situazioni, causando sensazioni di paura, preoccupazione e disagio. Quando l’ansia diventa travolgente, può influire negativamente sulla qualità della vita. In questo articolo, vi daremo 5…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Appuntamenti
Leggi tutti gli articoli
Introduzione a "Lo Spiraglio" 2024
14 Marzo 2024

Introduzione a “Lo Spiraglio” 2024

Una nuova edizione de Lo Spiraglio (11-14 aprile 2024 MAXXI Roma) ha dietro un anno di incontri, di storie nuove di persone che si conoscono, che si scoprono appassionati ed esperti di cinema, che arrivano…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd