Vaso di Pandora

La terapia amniotica: le interazioni pelle a pelle che curano

La terapia amniotica è un innovativo trattamento di gruppo basato sull’uso comunicativo del tatto affiliativo, che viene ottenuto attraverso movimenti e gesti simili a quelli dell’accudimento parentale.

Il trattamento prevede una frequenza di due o tre sessioni alla settimana, offrendo un’opportunità regolare di esperienza tattile e comunicativa per i partecipanti.

Le sessioni di terapia amniotica hanno una durata di un’ora e mezza e si svolgono in vasche di 3-4 metri di diametro, con una profondità di 60 cm e una temperatura dell’acqua di 35°.

L’ambiente acquatico e la temperatura calda della terapia richiamano l’esperienza amniotica, creando un legame con i primi contatti della pelle con il liquido amniotico durante la fase fetale. In quel periodo, il flusso dell’acqua sulla peluria del feto, chiamata lanugo, attiva il sistema del tatto affiliativo (Bystrova, 2009).

Tatto affiliativo e processi di adattamento del sè

Il tatto affiliativo svolge un ruolo centrale in almeno 4 funzioni fondamentali nel favorire l’adattamento del sé all’ambiente:

  1. Regola l’asse dello stress.
  2. Favorisce l’attaccamento interpersonale e la socialità dell’individuo.
  3. Contribuisce all’interocezione, sviluppando il senso di radicamento nel proprio corpo (embodiment) e il senso di appartenenza del proprio corpo a se stessi (ownership).
  4. Interviene nel differenziare il sé dall’altro delineando i confini del Sé.

Tatto affiliativo e asse anti stress

Il tatto affiliativo è un potente sistema fisiologico capace di inibire i livelli di cortisolo provocati dall’attivazione dell’asse dello stress e di favorire il ritorno dei livelli di cortisolo ai valori normali dopo lo stress (Heinrichs e coll, 2009; Neumann, 2002). La comunicazione attraverso il tatto affiliativo ha la potenzialità di ridurre o eliminare lo stato di stress provocato da eventi traumatici.

Tatto affiliativo e legami sociali

Il tatto affiliativo oltre a ridurre lo stress, è coinvolto anche nella formazione e nel mantenimento dei legami affettivi sociali (Insel & Young, 2001; Kosfeld e coll, 2005) migliorando la connettività funzionale tra le aree cerebrali coinvolte nei legami empatici (Riem e coll, 2011; Feldman e coll. 2007). Per questo la comunicazione attraverso il tatto affiliativo facilita il senso di appartenenza ad un gruppo sociale (Björnsdotter e coll, 2010).

Tatto affiliativo ed interocezione

Le interazioni attraverso il tatto affiliativo vengono trasmesse direttamente dalla pelle alla corteccia cerebrale (Insula posteriore) e contribuiscono alla percezione del mondo interno, alla sensazione di proprietà del proprio corpo (ownership) e alla sensazione di abitare il proprio corpo (embodiment)  (Tsakiris e coll, 2011; Crucianelli & Filippetti, 2020).

Tatto affiliativo e confini del sé

Nell’insula posteriore avviene uno scambio di informazioni tra le informazioni interocettive provenienti dall’interno del corpo e le informazioni esterocettive provenienti dall’esterno del corpo (Craig, 2009). Questo scambio di informazioni ha un ruolo primario nella differenziazione tra l’ambiente interno ed esterno, definendo i confini del sé e contribuendo alla percezione e alla protezione del Sé (Craig, 2009). Grazie ad un meccanismo unico nella fisiologia umana, i movimenti protettivi del liquido amniotico e le interazioni mediate dal tatto affiliativo diventano parte della mappa interna del corpo e creano un sistema protettivo innato del sé

A chi si rivolge la terapia amniotica

Poiché la terapia amniotica utilizza il tatto affiliativo come principale forma di comunicazione, possono trarne giovamento pazienti che hanno vissuto eventi traumatici, pazienti con disturbi dell’attaccamento e delle relazioni sociali, pazienti con disturbi dell’identità e difficoltà a sentirsi radicati nel proprio corpo, nonché pazienti con disturbi dei confini del sé che confondono il mondo esterno con il mondo interno.

La leggerezza del galleggiamento in acqua

Il terapeuta sorregge il paziente mentre questi galleggia in posizione orizzontale, donandogli attraverso il sostegno dell’acqua una sensazione di leggerezza. Durante il movimento di dondolamento, gli organi interni del paziente oscillano e l’acqua intracorporea stimola gli interocettori del nervo vago, generando una sensazione di calma e rilassamento.

L’utilizzo dell’acqua calda si aggiunge agli effetti della comunicazione affettiva tattile. L’atto di tenere il paziente in acqua, che pesa poco più di un neonato, suscita nell’operatore amniotico uno stato emotivo simile a quello della “preoccupazione materna primaria” (Winnicott, 1956). Il paziente può percepire la presa salda e sicura del terapeuta, simile a quella di un genitore, che gli offre conforto e sicurezza.

Il sostegno della coppia terapeutica

Dopo aver instaurato un solido legame di fiducia con il terapeuta, il paziente può ricevere supporto da una coppia di terapeuti che diventano oggetto di transfert materno-paterno (ad esempio, il bisogno di essere visti, amati ed esistere) da parte del paziente. La coppia terapeutica può anche trasmettere al paziente sentimenti genitoriali, come se il paziente, che pesa come un neonato, fosse il loro stesso figlio. Nella dinamica della triade amniotica, la sensazione di leggerezza dei corpi nell’acqua consente a ciascuno dei tre partecipanti di assumere o proiettare sui altri il ruolo di genitore o figlio. Questo processo favorisce, all’interno della triade, la formazione del soggetto transizionale (simile al terzo analitico) costituito dalle parti psichiche dei tre partecipanti all’interazione.

Il sostegno del gruppo

In una fase più avanzata della terapia, le diadi e le triadi si interconnettono, formando un gruppo in cui ogni paziente interagisce con gli altri partecipanti. In questo stato di connessione con gli altri, ogni partecipante rimane anche in contatto con una dimensione interna profondamente rigenerante e riparatrice, oscillando tra lo stato di sonno e veglia. Attraverso il contatto affiliativo con il gruppo, i pazienti, soprattutto in situazioni di stress, disregolazione emotiva, angoscia o paura, possono sperimentare il superamento di stati spiacevoli e dolorosi. Il tatto affiliativo, mediato da endorfine e ossitocina, genera piacere e costituisce una ricompensa che sostiene i meccanismi di affiliazione e consolida i legami sociali tra i partecipanti al gruppo amniotico.

Grazie a questi meccanismi, la terapia amniotica offre esperienze protettive e adattive fondamentali per l’essere umano, come quella di essere accolto e curato dai propri caregiver e di sperimentare un senso di appartenenza a un gruppo sociale che offre protezione (Peciccia e coll, 2022).

Note Bibliografiche
1

Björnsdotter M, Morrison I, & Olausson H (2010). Feeling good: On the role of C fiber mediated touch in interoception. Experimental Brain Research, 207, 149–155.

2

Bystrova, K. (2009). Novel mechanism of human fetal growth regulation: A potential role of lanugo, vernix caseosa and a second tactile system of unmyelinated low-threshold C-afferents. Medical Hypotheses, 72, 143–146.

3

Craig AD (2009). How do you feel now? The anterior insula and human awareness. Nature Reviews. Neuroscience, 10, 59–70.

4

Crucianelli L, & Filippetti ML (2020). Developmental perspectives on interpersonal affective touch. Topoi, 39, 575– 586.

5

Heinrichs M; von Dawans B; Domes G (2009). Oxytocin, vasopressin, and human social behavior. Frontiers in Neuroendocrinology, 30(4):548-557.

6

Kosfeld M, Heinrichs M, Zak, P et al. Oxytocin increases trust in humans. Nature 435, 673–676 (2005).

7

Insel, T R & Young L J The neurobiology of attachment. Nature Rev. Neurosci. 2, 129–136 (2001).

8

Neumann ID (2002). Involvement of the brain oxytocin system in stress coping: interactions with the hypothalamic–pituitary–adrenal axis, Progress in Brain Research 139 (2002) 147–162.

9

Peciccia M, Buratta L, Ardizzi M, Germani A, Ayala G, Ferroni F, Mazzeschi C, Gallese V (2022): Sense of self and psychosis, part 1: Identification, differentiation and the body; A theoretical basis for amniotic therapy, International Forum of Psychoanalysis, 31:4, 226-236, DOI: 10.1080/0803706X.2021.1990401.

10

Riem, MM, et al. (2011). Oxytocin modulates amygdala, insula, and inferior frontal gyrus responses to infant crying: a randomized controlled trial. Biol Psychiatry 2011;70(3): 291 e7.

11

Tsakiris, M., Tajadura-Jimenez, A., & Costantini, M. (2011). Just a heartbeat away from one’s body: Interoceptive sensitivity predicts the malleability of body-representations. Proceedings. Biological Sciences/The Royal Society, 278, 2470– 2476.

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
famiglia con bambini passeggia su un molo al tramonto
24 Maggio 2024

Siblings e Autismo: guida per famiglie e fratelli

Ricevere la diagnosi di autismo in un bambino rappresenta un momento delicato e significativo per tutta la famiglia, ed è importante in questa fase guidare alla comprensione e all’accettazione della condizione del bambino i cosiddetti…

donna sta per andare al wc
24 Maggio 2024

Vescica iperattiva psicosomatica: cause e soluzioni

Con vescica iperattiva si indica la condizione per cui si avverte il bisogno urgente e frequente di urinare, spesso accompagnato da incontinenza. Questa condizione non è solo la conseguenza di problematiche e disfunzioni fisiche, ma…

L'empatia: la relazione che cura
24 Maggio 2024

L’empatia: la relazione che cura

Il concetto di empatia venne introdotto da  Robert Vischer, filosofo tedesco e professore di storia dell’arte, a fine ‘800, deriva dal termine empátheia, ovvero «sentire dentro» e definisce la capacità di introiezione dell’oggetto artistico da parte dello spettatore

grooming
24 Maggio 2024

Grooming: riconoscere e prevenire l’abuso online

Il grooming è una forma di adescamento online che coinvolge i minori, con l’obiettivo di stabilire una relazione di fiducia per poi sfruttarli sessualmente. In un’era sempre più digitale, è fondamentale che genitori, educatori e…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Studi e Ricerche
Leggi tutti gli articoli
L'empatia: la relazione che cura
24 Maggio 2024

L’empatia: la relazione che cura

Il concetto di empatia venne introdotto da  Robert Vischer, filosofo tedesco e professore di storia dell’arte, a fine ‘800, deriva dal termine empátheia, ovvero «sentire dentro» e definisce la capacità di introiezione dell’oggetto artistico da parte dello spettatore

Comportamentismo: dagli inizi alle sue applicazioni
3 Maggio 2024

Comportamentismo: dagli inizi alle sue applicazioni

Il comportamentismo nasce da considerazioni epistemologiche certamente fondate. Oltre un secolo fa un giovane Karl Jaspers, allora giovane psichiatra operante nella Clinica del grande neurologo e istologo Franz Nissl, scriveva il suo fondamentale testo “Allgemeine…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd