Vaso di Pandora

Psichiatria e ’68…

Sento la voce di chi rimpiange quel ’68 che aveva dato anche importanza agli esclusi, quell’interesse alla psichiatria, ai muri, alle separazioni, quegli sconvolgimenti per cui l’irruzione di altri modi di esistere nel nostro quotidiano ci sembravano stimoli, provocazioni, terreno per vedere, cambiare, scrollarsi impaludamenti e andare verso il nuovo, capire, respirare.

Il respiro che la distruzione dissacrante dava a me allora giovane mi confortava, mi levava dalla solitudine, mi faceva vivere contraddizioni interne come presenti all’esterno e quindi superabili, da combattere. Linfa vitale. Eppure anche venefica.

La superbia degli assertori di certezze diventava pari alla paralisi che il sistema di valori da sconfiggere aveva causato. La radicalità della sicurezza del sentirsi nel giusto portava ad atteggiamenti di chiusura. Insomma la violenza fatta uscire da una porta rientrava da un’altra uccidendo la capacità di conoscenza, di ricchezza, di acquisizioni comuni stabili (non mi riferisco a scoperte culturali ma appunto all’acquisizione stabile dell’orrore della separazione in istituzioni totali, in confini diversi, mentre la ricerca/conoscenza del malato avrebbe potuto procedere).

Come non interpretare così la stupidità di contrapposte ideologie nella cura del malato di mente, ma soprattutto l’apertura a reciproche violenze, scorrettezze, imposizioni. Eh via non parlo di concorsi truccati, di ‘sei dei nostri’, parlo della nebbia, del fumo negli occhi che non faceva vedere altre risorse, capire e modestamente continuare una ricerca insieme vicino al tuttora sconvolgente mondo dei malati mentali.

E così l’eredità più importante del ’68, quello di essere pronti a non sottomettersi al mondo dei più potenti ma dei più umani, è scivolata via anche in psichiatria.
Non interessa più la psichiatria come specchio della nostra difficile esistenza, come luce per capirci e farci capire, interessa come obiettivo, affare, risultato, e quindi non stupisce che la via dell’educazione e correzione prevalga sulla comprensione.

Non voglio essere fraintesa: ritengo indispensabile lenire le ferite e abbassare la sofferenza, medicare, ma prioritario capire, cercare di capire e ricordare quanto la presunzione delle certezze, la superbia e la potenza delle ideologie distruggano. Che ne so di chi mi è ora di fronte, lo straniero, l’immigrato. Che ne so se di nuovo mi mettono in testa uno schema che mi impedisce di vederlo. Non sono gli stessi impaludamenti che adolescente vivevo in un clima chiuso, pronto forse più a condannare che a correggere (ma è poi così diverso?), in quelle scuole in cui si definiva duramente il limite tra norma e non norma?

Non ho scordato il mio passato nel ‘68 pur avendo vissuto con dolore vicende successive (non in psichiatria) e aver sfiorato la fiamma della violenza, averla vista stupefatta in altri. Lezione che mi porta ad un viscerale disprezzo per la superbia delle certezze nel giusto.

E così concludo questo strampalato discorso per invitare i colleghi a ricordare , ma ricordare con quell’anima più idealista, innocente, fanciulla quella che è stata la trasformazione dell’assistenza psichiatrica stimolata da quel clima lontano e attingere a questo ricordo oltre alla loro attuale competenza per evitare di rendere inumano il loro lavoro… gli psicotici cronici ci guardano muti da altre stanze…
Altri ancora da altre stanze…

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
uomo si gratta la testa guardando fuori dalla finestra
28 Maggio 2024

Tricotillomania: cos’è e come trattarla

Cos’è la tricotillomania esattamente? In questo articolo andremo a esplorare i sintomi, le cause e le strategie di trattamento di questa condizione poco nota rispetto ad altri disturbi della categoria ossessivo-compulsiva (DOC), cui appartiene anche…

due donne comunicano tra loro gesticolando
28 Maggio 2024

Comunicazione paraverbale: di che si tratta?

Molti di noi non sanno esattamente cosa sia la comunicazione paraverbale o non ne hai mai sentito parlare prima. Eppure, con comunicazione paraverbale si indica un aspetto fondamentale della comunicazione umana. Questa si compone di…

Due esperienze in CT di Roma
28 Maggio 2024

Due nuove esperienze in CT di Roma

Nel corso dell’ultimo anno, mi sono recato in due Comunità Terapeutiche facenti parte del DSM della Asl Roma 1, in qualità di volontario, in base all’esistenza di una Convenzione tra la Asl Roma 1 e…

extrasistole e ansia
28 Maggio 2024

Extrasistole e ansia: come capire il collegamento

Il cuore, motore instancabile del nostro corpo, scandisce il ritmo della vita con una precisione sorprendente. Tuttavia, a volte, questa armonia può essere interrotta da un battito improvviso e inaspettato: l’extrasistole. Questa sensazione, spesso descritta…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Attualità
Leggi tutti gli articoli
Due esperienze in CT di Roma
28 Maggio 2024

Due nuove esperienze in CT di Roma

Nel corso dell’ultimo anno, mi sono recato in due Comunità Terapeutiche facenti parte del DSM della Asl Roma 1, in qualità di volontario, in base all’esistenza di una Convenzione tra la Asl Roma 1 e…

Workaholic: dipendenti dal lavoro
22 Maggio 2024

Workaholic: dipendenti dal lavoro

Nell’attuale mondo frenetico, la linea tra impegno lavorativo e ossessione può sfumare facilmente. La figura del “workaholic“, o dipendente dal lavoro, emerge come il simbolo di una cultura che celebra l’eccesso come emblema di successo.…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd