Vaso di Pandora

L’effetto dei social media sui giovani

Danni alla salute dei nostri ragazzi” New York porta i social media in tribunale.

Lo leggo su La Repubblica del 16 febbraio 2024.

Ancora prima di affrontare l’articolo affiora un ricordo: forse tredicenne, torno a casa, un pomeriggio dopo la scuola, e all’ingresso registro qualcosa di diverso. Sul telefono grigio della SIP, sul disco, c’è un lucchetto.

Un lucchetto?!?!

Pensavo di essermela cavata quando dal telefono a disco si è passati a quello a tasti, ma mi sbagliavo: è arrivato il contascatti.

Sarei stata al telefono le ore. Ore e ore di struggimenti amorosi, di pettegolezzi, di cattiverie rivolte all’amica che me l’aveva combinata grossa o al ragazzo che aveva preferito un’altra. 

Oltre a lucchetto e simili, i miei genitori hanno deciso di scalarmi dalla paghetta (già misera!!!) una cifra destinata al pagamento di parte della bolletta telefonica.

Non credo abbiano mai pensato di denunciare la SIP.

I danni provocati dai social media sulla salute di giovani

Danni alla salute dei nostri ragazzi.

Nostri.

Nostri?

Nell’articolo viene riportato che il sindaco di New York, Eric Adams, ha annunciato di aver fatto causa a Tik Tok, Facebook, Instagram, Snapchat e You Tube per aver alimentato una crisi mentale tra i giovani su scala nazionale. I social media sono accusati di aver manipolato volutamente i giovani per renderli dipendenti dalle piattaforme online, mettendo a rischio la loro salute mentale. Tre i reati contestati, equiparabili a mancato controllo, negligenza “spericolata”e messa a rischio del benessere pubblico.  

Mando l’articolo via whatsapp (anche io sono un po’ complice di Zuck!) sulla chat di famiglia in cui so di trovare i miei 5 nipoti, di età che varia dai 12 ai 21 anni e chiedo loro cosa ne pensano.

L'effetto dei social media sui giovani

Cosa pensano i giovani dei social?

Le risposte non tardano ad arrivare.

La neodiciottenne è risentita: manipolati, ma non siamo senza cervello! E poi scusa, se una persona non viene educata o vive in un ambiente non in grado di trasmettere l’idea per cui esiste una vita vera fuori dai social, non è colpa di chi li ha ideati. E incalza: Il problema sono i social o l’uso che se ne fa?

Il maschio, sedicenne, non usa giri di parole: Il problema sono i social o la fatica è degli adulti che non riescono ad esserci come riferimento educativo, affettivo e normativo?

I più giovani, anche loro, mi sorprendono: I social sono il problema o la dipendenza che ne deriva è l’espressione di un malessere che ha origine altrove? E di cui bisogna curarsi?

La più grande, che studia Economia all’università e che è appena tornata da un periodo di studio all’estero, diffonde l’articolo tra i compagni di corso: è innegabile la posizione passiva in cui ti costringono i social, diventano un riempitivo; io e miei compagni disinstalliamo Instagram o Tik Tok quando siamo in sessione per evitare di perdere tempo. Il rischio è la dipendenza, ma come da tante altre cose, questo non significa attribuire la colpa a chi li ha inventati. E il bullismo? C’è da responsabilizzare le persone non i social. A scuola se ne parla? Di un uso corretto dei social? Noi, tutti, li usiamo anche per trovare le informazioni che ci servono, come motore di ricerca. Ci sono pro e contro. Serve regolamentare l’utilizzo e affiancare e sostenere i giovani a un uso responsabile e consapevole di rischi e possibilità. Non credo si vivrebbe meglio senza social. Sicuramente, io e miei amici non pensiamo che chi ha creato i social debba essere ritenuto responsabile dei danni causati!   

Ho sempre imparato molto da loro.

A sorpresa, dalla chat di famiglia, il contributo di un non più giovane: ma dei cinquantenni, sessantenni e settantenni attaccati tutto il giorno a Facebook non si parla?

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
Animal hoarding: una cucciolata di gattini
12 Aprile 2024

Animal hoarding: cos’è la sindrome di Noè?

L’espressiona animal hoarding si può tradurre in italiano con accumulo di animali. Il fenomeno non è molto noto nel nostro Paese, ma ciò non significa che non ci riguardi. Non è conosciuto non perché non…

Frasi del cappellaio matto: Alice con un coniglio in braccio
12 Aprile 2024

Le più iconiche frasi del Cappellaio Matto

Il Cappellaio Matto, senza ombra di dubbio, è uno dei più amati personaggi all’interno del coloratissimo mondo di Alice nel paese delle Meraviglie. Nonostante sia passato oltre un secolo dalla prima pubblicazione dell’opera di Lewis…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Attualità
Leggi tutti gli articoli
9 Aprile 2024

Suicidi in carcere: riflessioni

Nei primi tre mesi del 2024 sono 28 i suicidi nelle carceri. Un fenomeno complesso dove si intrecciano molteplici fattori: carenze della prevenzione, sovraffollamento, violenze, precarietà, scarse occasioni studio, lavoro e alloggi, povertà, migrazioni, uso…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd