Vaso di Pandora

Il gioco è patologico?

Domanda che è di moda soprattutto per merito (?) dei media che danno ampio risalto alla ludopatia.
Io ho sempre pensato che il gioco e la capacità di giocare è fondamentale per la crescita neuropsicologica e utile per evitare l’invecchiamento precoce.
Quale tipo di gioco?
Ogni tipo di situazione ludica che ci metta in contatto con il piacere.

Piacere di stare insieme, di concorrere, di vincere di confrontarsi con le proprie capacità ed i propri limiti.

Se così fosse potremmo allora sostenere che il problema non è tanto il gioco in sé quanto l’esperienza di piacere e tutti quei meccanismi neuropsicofisiologici che comporta compresa la dismissione di endorfine e l’azione sui neurotrasmettitori cerebrali.

Non è semplice confrontarsi con il piacere e con il desiderio, quando essi diventano fonte esasperata di riferimento personale senza un’adeguata definizione dei confini del sé si rischia di perdere il contatto con la realtà. Lo stesso avviene per il cibo, il sesso, il fumo, le sostanze stupefacenti ecc.

Il grado di compromissione della personalità possibile è evidentemente diverso rispetto ai distretti corporei interessati ed alle conseguenti patologie possibili.
L’occasione fa l’uomo ladro recita un adagio popolare, ma in questo caso la domanda che potremmo porci è: chi diverrà ladro e chi no ed ancora quale responsabilità ha colui che crea l’occasione?

Se seguiamo questo ragionamento potremmo chiederci se e che responsabilità ha lo Stato che guadagna dalla vendita delle sigarette, dal gioco del lotto e dalle varie lotterie (gratta e vinci ecc.).

Siamo quindi a valutare il problema della dipendenza.
Ritengo che sia un rischio che non si può evitare, che non va sottovalutato, che ha delle oscillazioni statistiche in virtù delle epoche storiche e delle abitudini, penso che scarsa incidenza sul fenomeno abbia l’offerta purché sia chiaro il rischio: ” chi tocca muore ” si legge sui tralicci dell’alta tensione.

Ecco è un po’ così: bisogna scriverlo e dirlo a chiare lettere, ma non necessariamente si realizza almeno nel caso del gioco che se interpretato correttamente, non esasperato da sottostanti bisogni compensativi diventa un utile momento (sottolineo) distraente ovvero che ci permette di uscire dalla di situazione ripetitiva e annichilente della quotidianità e ci riconcilia con il ricordo dei momenti di spensieratezza infantile in cui fantasie e realtà si incontravano favorendo la crescita e
la separazione non traumatica.

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
effetto pigmalione
3 Marzo 2024

Effetto Pigmalione: cos’è e come si manifesta?

L’effetto Pigmalione è un fenomeno psicologico per cui le aspettative che una persona nutre nei confronti di un’altra possono influenzare in modo significativo il comportamento e le performance di quest’ultima. Il nome deriva dalla figura…

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Patologia
Leggi tutti gli articoli
10 Ottobre 2023

Aveva un occhio nero ed uno blu

Scrivere di Claudia non è semplice. Ci ha lasciati giovedì mattina, spiazzati ed impreparati. Claudia non era ammalata fisicamente. Aveva un male che si chiama solitudine, che si chiama mancanza. Cristian, il suo unico figlio,…

29 Settembre 2023

Nei peggiori bar di Bologna

L'atro giorno ero in un bar. Guardavo le persone dal mio tavolino. Alcuni solitari leggevano la Gazzetta dello sport, altre coppie di anziani chiacchieravano davanti ad un cappuccino. Guardavo la barista cinese che svogliatamente batteva…

9 Maggio 2023

Meglio soli…

Credo che un buon punto di partenza ce lo fornisca proprio Vittorio Lingiardi, psichiatra e psicanalista che in questo articolo propone una distinzione fra solitudine e isolamento.

19 Aprile 2023

Rabbia

Roberta Antonello mi ha inviato questo scritto di una componente della Associazione Prato. Ritengo rappresenti un valore unico in quanto esprime uno stato d’animo esasperato così come lo sono, spesso ed inevitabilmente, quelli di molti…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd