Vaso di Pandora

Anatomia, funzione e cultura:il cervello di H.Sapiens e gli altri animali

Anatomia, funzione e cultura: il cervello di H. SAPIENS e gli altri animali*

di Anna Bonfanti

In uno studio RMN di ricercatori della Oxford University comparso su Neuron viene riportata una straordinaria similitudine fra le aree cerebrali preposte al linguaggio in uomo e macaco.

Il linguaggio articolato e complesso è una caratteristica che contraddistingue la nostra specie: ci consente di comunicare, apprendere, costruire, progettare, inventare, anche creare una personale realtà con una precisa coloritura emotiva e di plasmarla. Nell’ambito della medicina che molti di noi praticano, la Psichiatria, il linguaggio ci permette anche di curare.

Pare che soltanto gli esseri umani siano in grado di articolare finemente i suoni e disporli in successione secondo una logica regolata da una sintassi, a differenza delle comunicazioni vocali presenti in altri animali (cinguettiii, miagolii, abbai etc.). Anche altre specie usano i suoni in modo complesso, per esempio i cetacei, ma finora non è stata individuata una vera sintassi. Secondo alcuni quello che mancherebbe agli animali di altre specie (e che sembra compromessa anche negli umani affetti da autismo) è la cosiddetta teoria della mente, cioè la capacità di capire ciò che gli altri voglionio comunicare.In realtà alcuni cercopitechi hanno evoluto un linguaggio per cui a determinati vocalizzi corrisponde l’indicazione di uno specifico predatore e ne conseguono comportamenti congrui alla difesa da quella specifica situazione di pericolo. Altri animali sono in grado di apprendere il linguaggio insegnato loro dagli esseri umani (per es. dei sordomuti) e curiosamente in questo caso i pappagalli, a differenza di gorilla, oranghi e scimpanzè (le scimmie più prossime all’uomo) sembrano in grado di apprendere anche le regole sintattiche oltre ai vocaboli.

Comunicazione, apprendimento e creatività sono tre caratteristiche sviluppate dagli animali nell’evoluzione e indispensabili per la formazione della cultura, intesa come modo di trasmettere informazioni per via non genetica, resi possibili da specifiche reti neurali e da una qualche forma di struttura sociale. La cultura è una proprietà “emergente””, di cui cioè non si può predire l’esistenza a partire dalle componenti anatomiche del sistema nervoso, che ha probabilmente avuto origine attraveso un meccanismo darwiniano di selezione naturale ma che si evolve secondo un modello lamarkiano, cioè per adattamenti che si diffondono rapidamente nella popolazione in risposta a stimoli ambientali.

Gran parte delle funzioni cognitive risiedono in zone del cervello che presentano caratteristiche anatomo-funzionali molto simili in animali diversi, spesso risultato di processi evolutivi paralleli ma convergenti. In questo senso il risultato dello studio riportato non appare così sorprendente.

L’evoluzione culturale ha tempi diversi da quella organica e non dipende da variazioni genetiche o fisiche. E’ utile riflettere sul fatto che H. Sapiens è l’ultimo rimasto di una serie di ominidi, comparso solo 200.000 anni fa circa, che hanno convissuto con altre scimmie antropomorfe e che hanno sviluppato diverse culture.

H. Sapiens condivide con lo scimpanzè il 97% del genoma ma è depositario di una cultura completamente diversa: le strutture anatomiche che evolvono in regime darwiniano e sono geneticamente determinate non possono rendere ragione delle differenze ed è l’uso, la funzione cui vengono adibite e che rendono eventualmente possibile,a fare la differenza.

Il linguaggio sintattico è probabilmente ciò che ha cambiato la velocità evolutiva culturale del genere umano, che fin ad un certo punto ha avuto tempi lunghi come quella degli altri animali, perchè tra l’altro ha reso l’apprendimento indipendente dall’imitazione e ha consentito la trasmissione rapida e concentrata di numerosissime informazioni.

Per chi fosse interessato all’argomento, oltre agli storici testi di Bateson, consiglio anche un piccolo volume, facile ma preciso e che ha stimolato molte delle riflessioni qui riportate, di Michelangelo Bisconti “Le culture degli altri animali” edito da Zanichelli.

* [L’articolo fa riferimento a “Cervello: regioni del linguaggio simili a quelle delle scimmie” – AGI – 29 GEN 2014]

Condividi

Commenti su "Anatomia, funzione e cultura:il cervello di H.Sapiens e gli altri animali"

  1. Ci sarebbe moltissimo da dire e da cercare. Verrebbe da andare verso tutta la riflessione sul mondo del Tu, della creatura, e via dicendo

    Rispondi

Lascia un commento

Leggi anche
una persona prende molte patatine da un tavolo pieno di cibo
16 Aprile 2024

Abbuffate compulsive: comprendere e gestire il disturbo

Le abbuffate compulsive, anche conosciute come disturbo da alimentazione incontrollata (Binge Eating Disorder, BED), sono un disturbo alimentare caratterizzato da episodi ricorrenti di eccessivo consumo di cibo, in cui si ha la sensazione di perdere…

Amare la solitudine: un uomo solo seduto su una panchina
16 Aprile 2024

Amare la solitudine: elementi da considerare

Si tende a pensare che le persone amanti della solitudine siano timide, riservate o addirittura asociali. In realtà, però, si tratta soltanto di pregiudizi, che spesso hanno poco a che fare con la verità. Imparare…

come calmare l'ansia velocemente
16 Aprile 2024

5 piccoli consigli su come calmare l’ansia velocemente

L’ansia è una condizione comune che può manifestarsi in diverse situazioni, causando sensazioni di paura, preoccupazione e disagio. Quando l’ansia diventa travolgente, può influire negativamente sulla qualità della vita. In questo articolo, vi daremo 5…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Studi e Ricerche
Leggi tutti gli articoli
Intelligenza artificiale e psichiatria
22 Marzo 2024

Intelligenza artificiale e psichiatria

L’Intelligenza artificiale è un vasto “campo largo”, con collegamenti con la logica, la statistica, la psicologia cognitiva, le neuroscienze, la linguistica, l’informatica. Questa complessità contribuisce a incrinare la classica distinzione fra scienze naturali e scienze…

15 Ottobre 2023

Rapporto Salute Mentale 2022: un commento

In questi giorni è stato pubblicato il Rapporto Salute Mentale 2022 del Ministero della Salute. Nel presente contributo vengono messi a confronto alcuni dati per cogliere le principali variazioni intervenute sia nell’ultimo anno sia nel…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd