Vaso di Pandora

Alla scoperta dell’autismo infantile: orientarsi prima di intraprendere un lungo viaggio

Intraprendere il viaggio della comprensione dell’autismo è come esplorare un nuovo mondo, un territorio sconosciuto che richiede coraggio, informazione e sostegno. Per i genitori che iniziano questo percorso, è vitale avere una mappa dettagliata che guidi attraverso i segnali iniziali, la diagnosi, la distinzione da altre condizioni e che permetta di districarsi tra le risorse disponibili del panorama sanitario italiano. Questo articolo vuole essere una piccola guida da completare e ampliare per poter esplorare questo vasto territorio, fornendo qualche informazione basata su evidenze scientifiche e che possa supportare le famiglie nel viaggio verso la comprensione e l’assistenza dell’autismo infantile.

Esplorando le valli dell’ignoto: riconoscere i primi segnali di autismo

Il viaggio inizia nelle valli nascoste dell’infanzia, dove i primi segnali di autismo possono emergere sottilmente facendo emergere nei genitori le prime paure. 

Difficoltà nella comunicazione, interazione sociale limitata, e comportamenti ripetitivi sono segnali che possono apparire nei primi anni di vita, come evidenziato in studi quali quelli condotti da Lord C. e colleghi (2020), i quali forniscono ampie descrizioni delle prime manifestazioni del disturbo dello spettro autistico.

Notare questi segnali in mezzo alla varietà di comportamenti infantili richiede attenzione e sensibilità. A volte possono essere sottovalutati o negati, talvolta tuttavia sono segnali che possono essere indicativi di un possibile Disturbo dello Spettro Autistico (ASD) se persistono e differiscono significativamente da quelli dei coetanei, come discusso nel “Journal of Pediatrics” (2021). Accedere a questi studi può essere di grande aiuto per i genitori e i professionisti che cercano di identificare precocemente l’ASD. Per ulteriori approfondimenti, è possibile consultare le pubblicazioni direttamente attraverso database scientifici come PubMed o accedere a risorse come Autism Speaks, che offre guide e strumenti di screening.

Attraverso le foreste della consulenza: quando e a chi rivolgersi

Avanzando nel viaggio, i genitori si addentrano nelle foreste dense della consulenza medica

Il pediatra è come un ranger esperto che guida attraverso questi boschi intricati verso specialisti qualificati (neuropsichiatri infantili, neurologi, psichiatri) dotati degli strumenti diagnostici come l’ADI-R (Autism Diagnostic Interview-Revised) e l’ADOS (Autism Diagnostic Observation Schedule) per mappare la presenza di ASD. 

Queste valutazioni sono supportate da linee guida riconosciute come quelle dell’American Academy of Pediatrics (2018), che raccomanda screening di routine e valutazioni diagnostiche approfondite in caso di segnali di allarme. Per i genitori che cercano orientamento su come e quando cercare aiuto, risorse come il CDC (Centers for Disease Control and Prevention) offrono guide dettagliate su sintomi, segnali e passi successivi nella ricerca di una diagnosi.

 Questi approfondimenti forniscono non solo una comprensione più chiara delle prime fasi del viaggio attraverso l’autismo infantile, ma anche risorse concrete e accessibili per assistere i genitori in questo percorso esplorativo.

Oltre i monti dell’incertezza: la diagnosi?

Superare i monti dell’incertezza richiede di distinguere il territorio dell’autismo da quelli limitrofi o da quelli che possono confondere. Uno dei percorsi che, in particolare in questo momento storico, mette in confusione i protagonisti di questo viaggio è il disturbo da deficit dell’attenzione e iperattività (ADHD). 

Una corretta diagnosi richiede un’analisi dettagliata delle abilità sociali e comportamentali del bambino, utilizzando strumenti come il Conners’ Rating Scale per l’ADHD e il già citato ADOS per l’autismo. 

Il “Journal of Child Psychology and Psychiatry” (2020) ha discusso l’importanza di questi strumenti diagnostici per una corretta identificazione del disturbo, sottolineando come errori di diagnosi possano influenzare negativamente il percorso terapeutico del bambino, rischiando di peggiorare la sintomatologia anche nella vita adulta. 

Un testo che approfondisce queste dinamiche è “Io sono speciale” di Peter Vermeulen. Specificamente focalizzato sull’autismo infantile, questo libro offre una spiegazione accessibile delle caratteristiche dell’ASD e suggerimenti pratici per bambini, adolescenti e adulti con disturbi dello spettro autistico per conoscere se stessi, il proprio autismo e come gestirlo, promuovendo una buona autostima e crescita personale.

Vermeulen utilizza un linguaggio semplice e direttamente applicabile nella vita quotidiana, rendendolo un’ottima risorsa per i genitori e gli educatori.

Costruire campi base di supporto: medico e oltre

Con la diagnosi in mano, si costruiscono campi base di supporto, utilizzando approcci multidisciplinari. Terapie comportamentali come l’Analisi Comportamentale Applicata (ABA) e programmi educativi sono provviste essenziali in questi campi, supportando lo sviluppo delle competenze comunicative e sociali dei bambini. Studi come quelli pubblicati nel “Journal of Clinical Child & Adolescent Psychology” (2019) hanno evidenziato l’efficacia delle terapie ABA nel migliorare le competenze comunicative e ridurre comportamenti problematici nei bambini con ASD. Inoltre, per una guida approfondita sulle terapie comportamentali e le loro applicazioni, il libro 

“L’autismo. Dalla diagnosi al trattamento” di Lorna Wing – Questo libro è un testo fondamentale che copre ampiamente i vari aspetti dell’autismo, dalla diagnosi alle strategie di trattamento. Lorna Wing, una delle figure più influenti nel campo dell’autismo, che ha contribuito in modo significativo alla definizione di sindrome di asperger e di spettro autistico, fornisce una guida dettagliata che è sia accessibile ai genitori che utile per i professionisti.

Oltre alla terapia, le associazioni come l’Associazione Nazionale Genitori Persone con Autismo estendono ulteriori risorse, fungendo da rifugi lungo il cammino. Queste organizzazioni non solo forniscono supporto emotivo e pratico alle famiglie, ma offrono anche accesso a risorse educative, workshop e gruppi di supporto che possono essere vitali per le famiglie durante questo viaggio.

Conclusione: un viaggio di mille miglia

Iniziare il viaggio verso la comprensione dell’autismo infantile richiede il primo passo, ma è un passo che non si fa mai soli. Informarsi, cercare aiuto professionale, e sfruttare le risorse disponibili può trasformare un percorso intimidatorio in un’avventura educativa e arricchente. In Italia, le famiglie possono viaggiare in questo percorso con fiducia, sostenute da una comunità di professionisti e associazioni pronte a offrire il loro supporto in ogni tappa del viaggio.

Argomenti in questo articolo
Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
signora all'aria aperta
12 Luglio 2024

Le origini della psicologia della Gestalt

La psicologia della Gestalt, una scuola di pensiero che ha avuto origine in Germania all’inizio del XX secolo, offre un approccio unico e olistico alla comprensione della mente umana. Questa corrente psicologica si distingue per…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Attualità
Leggi tutti gli articoli
Quali sono le tue passioni?
1 Luglio 2024

Quali sono le tue passioni?

Nella pratica psichiatrica, declinata nel giro visite, nell’appuntamento al CSM (centro di salute mentale) o nell’attività del proprio studio, uno dei momenti più complessi e delicati è quello di instaurare un dialogo efficace con l’interlocutore,…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd