Vaso di Pandora

Viaggio nella Rems di Prà, dove lavora anche il primario Boè

Oggi sul Corriere della Sera l’inviato Alfio Sciacca descrive con cura e professionalità la nostra Rems di Prà. Un articolo da leggere con attenzione e emozione.

di Alfio Sciacca

Il momento migliore è al tramonto. C’è sempre qualcuno che sistema la sedia davanti all’enorme grata che restituisce il cielo a scacchi e si gode il panorama. Non ci fosse quella barriera sembrerebbe un giardino pensile che guarda il golfo di Genova. Un panorama che ha il sapore della libertà. Forse per questo è uno degli angoli più ambiti. «Quando per un periodo siamo stati costretti ad oscurare la recinzione i nostri ospiti sono stati più intrattabili del solito», ammette il direttore sanitario Paolo Rossi. Strano a dirsi ma Villa Caterina, sulla collina di Genova Prà, ospita una Rems, le residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza, istituite con la legge 81 del 2014 che ha posto fine alla vergogna degli ospedali psichiatrici giudiziari. Qui arrivano persone condannate o in attesa di giudizio con perizia di infermità o seminfermità mentale. La legge li definisce «internati», ma a Villa Caterina il termine è bandito. Si preferisce chiamarli «ospiti».

LEGGI QUI TUTTO L’ARTICOLO SULLA REMS DI PRÀ

Argomenti in questo articolo
Condividi

Commenti su "Viaggio nella Rems di Prà, dove lavora anche il primario Boè"

  1. Ringrazio Alfio Sciacca per aver saputo cogliere così bene il nostro spirito ed il nostro modello.
    Siamo persone che si occupano di persone.
    Il rispetto della differenza fa parte del gioco tra chi cura e chi è curato.
    Per il resto la Rems Villa Caterina non è altro che “una fabbrica “ come l’ha definita un paziente.
    Un luogo dove si lavora per il recupero della dignità
    Boe’ con la sua calma e la sua sensibilità ci aiuta in questo compito ed arriva a volte ,dove noi non arriviamo.

    Rispondi
  2. Complimenti! Una precisazione: l’articolo parla di una lista di attesa di 700 “detenuti”.
    In realtà le persone detenute “sine titulo”, secondo i dati del 2023, in attesa di Rems erano 42.
    In larga parte con misure di sicurezza detentive provvisorie. Anche una sola è troppo.
    La lista di attesa secondo il Rapporto di Antigone, aprile 2024, reperibile nel sito è di 526 persone di cui 94 (18%) non sono temporaneamente inseribili, per motivi giuridici, anche se vi fosse il posto.
    La lista di attesa è concentrata in 4 regioni : Sicilia (209 persone pari a circa il 40%), Campania (93 pari al 17,6%), Lombardia 73 e Lazio 67. Insieme fanno oltre l’ 83% della lista complessiva.
    La maggior parte delle persone in lista è nel territorio e spesso le persone sono seguite dai servizi di salute mentale. In molti casi è possibile revocare la misura di sicurezza detentiva, in favore della libertà vigilata, come per altro prevede la legge 81/2014.
    I numeri della lista di attesa vanno poi visti rispetto al numero complessivo delle persone con misure giudiziarie nel territorio sono, al 31 gennaio 2024, secondo i dati del ministero della Giustizia, 86.340.
    Quindi il tema va affrontato senza semplificazioni (lista di attesa più posti REMS) ma con molto equilibrio, tenendo conto delle differenze regionali, migliorando appropriatezza e turnover nelle REMS mediante il sostegno dei DSM e nello spirito di collaborazione interistituzionale, come più volte auspicato dal Consiglio Superiore della Magistratura, dalla Corte Costituzionale e dall’Accordo Stato Regioni del 30 nov. 2022

    Rispondi

Lascia un commento

Leggi anche
signora all'aria aperta
12 Luglio 2024

Le origini della psicologia della Gestalt

La psicologia della Gestalt, una scuola di pensiero che ha avuto origine in Germania all’inizio del XX secolo, offre un approccio unico e olistico alla comprensione della mente umana. Questa corrente psicologica si distingue per…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Attualità
Leggi tutti gli articoli
Quali sono le tue passioni?
1 Luglio 2024

Quali sono le tue passioni?

Nella pratica psichiatrica, declinata nel giro visite, nell’appuntamento al CSM (centro di salute mentale) o nell’attività del proprio studio, uno dei momenti più complessi e delicati è quello di instaurare un dialogo efficace con l’interlocutore,…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd