Vaso di Pandora

Un presidente e la pandemia

Le proposte di Trump sulla pandemia e sui “rimedi” hanno già ricevuto una risposta dai tecnici che si sono dimostrati fin troppo benevoli nel ritenerle meritevoli di risposta. Ma forse hanno fatto bene a rispondere, perché il silenzio poteva essere scambiato per tacita approvazione, e magari qualche povero sconsiderato poteva davvero iniettarsi candeggina  o peggio. Due parole soltanto sul possibile ruolo benefico del calore: non siamo coccodrilli, né bisce, siamo omeotermi, e spingere la nostra temperatura corporea oltre i limiti è impossibile o mortale: ci pensa il nostro organismo, nelle infezioni, ad alzarla ma sempre nei limiti consentiti.  Trump ha cercato di salvarsi parlando di sarcasmo: pezo el tacon ch’el buso, dicono a Venezia, perché il COVID non è cosa su cui si possa scherzare.

   Ma l’improprietà di questi suggerimenti va al di là dell’aspetto pseudo-sanitario: hanno una evidente valenza politico – emotiva, coerente con tutta l’impostazione di questa Presidenza. Esprimono la vocazione a proporre soluzioni “decisive”, rapide, violente (potenzialmente bellicose) che possono affascinare, anche grazie a un lessico elementare,  quella frangia di elettorato ignorante che  ha sostenuto Trump. 

   Semplificazione arbitraria, violenza e proiettività sono sorelle: negare la complessità è negare la diversità. “America first” significa fondamentalmente prendersela con gli altri, con la Cina concorrente sleale, con l’Europa parassitaria, con il Messico che sommerge di droga: nel frattempo, tanti americani vivono la loro supremazia continuando a morire in sparatorie e, ora, nella pandemia che li colpisce in modo particolarmente pesante, grazie anche alla mancanza di una efficiente sanità pubblica: ma “la colpa è della OMS”, con la solita risposta proiettiva.  

   Verso la fine del secolo decimonono Burckhardt  annunciava l’arrivo  di “terribles simplificateurs” capaci di affascinare le folle e sottometterle con il loro consenso. Profetico. Nel confronto con l’Oggi può consolarci, paradossalmente, la evidente scarsissima serietà delle “proposte” trumpiane: qualcuno, non so più chi, ha detto che le tragedie storiche si possono ripetere in forma di farsa, e spero sia questo il caso, anche perché la democrazia degli States pare dotata di sufficienti anticorpi contro derive totalitarie. E il mondo scientifico di quel paese fa la sua parte nel ricercare con paziente impegno soluzioni alla pandemia: certo complicate, difficili, lunghe da realizzare.  

Argomenti in questo articolo
Condividi

Commenti su "Un presidente e la pandemia"

  1. Mi pare una puntualizzazione dovuta ai nostri lettori che si interrogano sul destino di una società che si sta sgretolando non solo sotto i colpi del Coronavirus ,ma forse soprattutto e conseguentemente sito i colpi di stupide ,presuntuosi e violenti personaggi che arringano folle ignoranti e incapaci oltre che di pensare di tollerare la fatica necessaria per questa funzione.
    Difficile prevedere un futuro che non passi dalla denuncia di tali comportamenti ,chiara decisa è capace di rappresentare una prospettiva di benessere basato sulla conoscenza,la tolleranza e il rispetto dell’altro.

    Rispondi

Lascia un commento

Leggi anche
Animal hoarding: una cucciolata di gattini
12 Aprile 2024

Animal hoarding: cos’è la sindrome di Noè?

L’espressiona animal hoarding si può tradurre in italiano con accumulo di animali. Il fenomeno non è molto noto nel nostro Paese, ma ciò non significa che non ci riguardi. Non è conosciuto non perché non…

Frasi del cappellaio matto: Alice con un coniglio in braccio
12 Aprile 2024

Le più iconiche frasi del Cappellaio Matto

Il Cappellaio Matto, senza ombra di dubbio, è uno dei più amati personaggi all’interno del coloratissimo mondo di Alice nel paese delle Meraviglie. Nonostante sia passato oltre un secolo dalla prima pubblicazione dell’opera di Lewis…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Attualità
Leggi tutti gli articoli
9 Aprile 2024

Suicidi in carcere: riflessioni

Nei primi tre mesi del 2024 sono 28 i suicidi nelle carceri. Un fenomeno complesso dove si intrecciano molteplici fattori: carenze della prevenzione, sovraffollamento, violenze, precarietà, scarse occasioni studio, lavoro e alloggi, povertà, migrazioni, uso…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd