Vaso di Pandora

L’importanza dell’attività gruppo cucina nelle comunità psichiatriche

L’esperienza di “Casa Sanremo”

A Casa Sanremo da anni arriva la rivista Credere, nessuno ha mai fatto un abbonamento ma forse, trattandosi di un ex convento ci viene inviato come retaggio di un passato ancora presente. Gli ospiti a volte lo ignorano consegnandolo agli operatori, a volte lo sfogliano, ritagliano le immagini per creare dei collages: arte, spunto di riflessione per un colloquio, per il gruppo lettura del venerdì pomeriggio…

Tra le pagine di un numero di Marzo troviamo: Nuova Cucina Organizzata, in un bene confiscato alla camorra, dà lavoro a disabili psichici. Mostriamo che si può scegliere una vita diversa dalla criminalità.

L’attività gruppo cucina nella Comunità Casa Sanremo

Nella Comunità Casa Sanremo il Gruppo Cucina è considerato un importante momento terapeutico e riabilitativo: cucinare significa prendersi un momento di pausa, allontanarsi temporaneamente da tutto quel che circonda, cacciare pensieri ed emozioni negative, per concentrarsi su quello che si sta facendo in quel preciso momento.

Gli ospiti condividono un’esperienza, si confrontano con gli altri e collaborano per raggiungere un obiettivo comune. Il risultato finale si ottiene suddividendosi i ruoli e gli spazi, sperimentando i propri limiti e le proprie abilità, per giungere ad una gratificazione che può avere una valenza relazionale importante: si cucina, si chiacchiera, si ascolta la musica, si ride e si creano momenti di intesa.

I benefici del cucinare insieme

Cucinare può avere la funzione di allentare lo stress, sperimentare un tempo senza ansia, durante il quale viene progettata una ricetta che rappresenta una situazione prevedibile e controllabile con effetti calmanti e rassicuranti.

Condividere quanto si è preparato significa essere generosi verso gli altri e orgogliosi del lavoro fatto: osservare chi gusta la pietanza e magari si congratula apprezzando il tuo impegno, aumenta l’autostima e la fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità.

Per questo l’attività del Gruppo Cucina risulta molto motivante per l’ospite che in un tempo relativamente breve, vede il risultato del suo impegno, soddisfacendo il proprio e l’altrui “palato”.

Spesso vengono rievocate le proprie tradizioni attraverso la creazione di piatti regionali: un ospite, a turno, propone una ricetta, scrive gli ingredienti necessari da acquistare e durante l’attività diviene il conduttore, lo “CHEF” che fornisce ai “suoi aiuti” le giuste indicazioni per creare il prodotto finale.

I risultati dell’attività gruppo cucina

Quello che si osserva in tali contesti talvolta è sorprendente: per esempio, il paziente che spesso nel gruppo degli ospiti è più timido e introverso, sperimenta la gratificazione di   sentirsi “leader” e padrone della situazione, si sente soddisfatto delle proprie capacità e avverte un grande senso di realizzazione personale con conseguente rinforzo della propria autostima.

Il valore terapeutico di tale attività è molteplice: dal punto di vista sensoriale vi è una stimolazione del tatto, del gusto e dell’olfatto, viene esercitata la motricità fine attraverso il tagliare o sminuzzare, impastando si muovono le braccia e si allena la muscolatura.

Dal punto di vista cognitivo si migliora la capacità di gestione del tempo, si affina la memoria procedurale e la concentrazione.

Cucinare può significare anche prendersi cura di sé e soddisfare l’esigenza di seguire una sana alimentazione per sentirsi meglio fisicamente. Ecco che si scopre che cibi sani possono essere anche buoni. Così, il Gruppo Cucina, in collaborazione con l’attività di “Cibo e Psiche” pensa a ricette meno caloriche e più equilibrate dal punto di vista dei nutrienti e, utilizzando metodi di cottura adeguati, riesce a creare piatti comunque appetitosi. 

E da qui la sfida pensando alla trattoria sociale di Villa Plinia (Fondazione Rosa Dei Venti onlus) e alla creazione di una cucina “foraging” (alimurgia)

to be continued e buon Appetito!!!

Argomenti in questo articolo
Condividi

Commenti su "L’importanza dell’attività gruppo cucina nelle comunità psichiatriche"

  1. Credo che il cucinare occupi un posto interessante fra le proposte terapeutiche rivolte al paziente, poichè è attività ricca di significato e valenze simboliche: ce lo insegnava tanti anni fa il Levy Strauss di “Il crudo e il cotto”.
    E’ uno degli snodi fra natura e cultura il passaggio dal diretto e brutale divorare a un atto che passa attraverso una elaborazione: questa talora può lasciar cogliere percettivamente gli ingredienti persino in aspetti legati alla aggressività, come nel classico esempio della bistecca al sangue. Ma più spesso li maschera in salse, ripieni, zuppe, pietanze più o meno complesse.
    L’elaborazione prosegue in cerimoniali posteriori, riguardanti il consumo: l’offrire il cibo in una tavola apparecchiata in modi più o meno complicati e raffinati che ci parlano anche dello status sociale di lo consuma e-o offre. E’ un momento che ha molto a che fare con la ritualità.
    Tutto ciò, credo, si collega con la primitiva ambivalenza legata all’atto del nutrirsi al seno, lumeggiata dalla psicanalisi classica

    Rispondi

Lascia un commento

Leggi anche
uomo si gratta la testa guardando fuori dalla finestra
28 Maggio 2024

Tricotillomania: cos’è e come trattarla

Cos’è la tricotillomania esattamente? In questo articolo andremo a esplorare i sintomi, le cause e le strategie di trattamento di questa condizione poco nota rispetto ad altri disturbi della categoria ossessivo-compulsiva (DOC), cui appartiene anche…

due donne comunicano tra loro gesticolando
28 Maggio 2024

Comunicazione paraverbale: di che si tratta?

Molti di noi non sanno esattamente cosa sia la comunicazione paraverbale o non ne hai mai sentito parlare prima. Eppure, con comunicazione paraverbale si indica un aspetto fondamentale della comunicazione umana. Questa si compone di…

Due esperienze in CT di Roma
28 Maggio 2024

Due nuove esperienze in CT di Roma

Nel corso dell’ultimo anno, mi sono recato in due Comunità Terapeutiche facenti parte del DSM della Asl Roma 1, in qualità di volontario, in base all’esistenza di una Convenzione tra la Asl Roma 1 e…

extrasistole e ansia
28 Maggio 2024

Extrasistole e ansia: come capire il collegamento

Il cuore, motore instancabile del nostro corpo, scandisce il ritmo della vita con una precisione sorprendente. Tuttavia, a volte, questa armonia può essere interrotta da un battito improvviso e inaspettato: l’extrasistole. Questa sensazione, spesso descritta…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Attualità
Leggi tutti gli articoli
Due esperienze in CT di Roma
28 Maggio 2024

Due nuove esperienze in CT di Roma

Nel corso dell’ultimo anno, mi sono recato in due Comunità Terapeutiche facenti parte del DSM della Asl Roma 1, in qualità di volontario, in base all’esistenza di una Convenzione tra la Asl Roma 1 e…

Workaholic: dipendenti dal lavoro
22 Maggio 2024

Workaholic: dipendenti dal lavoro

Nell’attuale mondo frenetico, la linea tra impegno lavorativo e ossessione può sfumare facilmente. La figura del “workaholic“, o dipendente dal lavoro, emerge come il simbolo di una cultura che celebra l’eccesso come emblema di successo.…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd