Vaso di Pandora

Le promesse non mantenute

Quando ero piccolo, ero sempre molto attento a quello che dicevano i miei genitori. Anche quando sembravo distratto, oppure mentre giocavo o guardavo la televisione. I miei genitori erano per me molto importanti, ovviamente. Il centro della mia vita. Si prendevano cura di me, mi aiutavano quando ne avevo bisogno. Mi consolavano quando mi facevo male, mi sgridavano se facevo qualcosa di sbagliato. Tutto questo io lo accettavo, perché era giusto. Accettavo il loro giudizio. Certo, talvolta poteva capitare che le cose non filassero nel modo in cui avevo immaginato, ma era parte del gioco. Il gioco del prendersi cura dell’altro. Il gioco dell’educare. C’era solo una cosa, però, che non accettavo e che rappresentava la delusione più amara, facendomi sentire non amato e non pensato: la promessa non mantenuta. Quando un adulto faceva una promessa, quella per me era qualcosa di sacro, un patto solenne infrangibile. Se veniva infranto, l’amarezza e il dolore diventavano cocenti, perché mentire, dare false illusioni è un’azione incomprensibile per un bambino. Questo lo si può constatare molto bene quando si hanno dei figli. Nei loro occhi lo sconforto, la frustrazione, il disinganno diventano sinonimi di fallimento, il loro fallimento. Perché pensano di essere sbagliati, di non meritare l’amore dei genitori.

Se questo avviene quando si è curanti di persone molto fragili, che hanno perso tutto, la cui mente è incapace di sperimentare la serenità, perché costantemente in balia di mostruosità che vogliono divorarli, alle quali il futuro riserva, quando va bene, una semi-autonomia guadagnata con fatica e sofferenza costanti, il fallimento che prova la persona è, in realtà, il fallimento di chi se ne prede cura. La speranza, per quanto labile o sottile possa essere, è sempre il motore che promuove i più grandi cambiamenti e le rivoluzioni. Infrangerla, dopo averla nutrita per un certo tempo, avrà costi inimmaginabili in colui che ne sarà vittima. Lo porterà all’esasperazione, alla rabbia verso gli altri, ma soprattutto verso se stesso. Sentirà la vita non solo come matrigna, ma soprattutto come carnefice. I suoi pensieri saranno estremi, insopportabili e talvolta indicibili. “Dottore, non sopporto più questa situazione. Mi sento morire dentro. Cosa mi succede?”. Il nostro compito perciò non è dare false speranze, crogiolandoci nell’onnipotenza, ma aiutarli a convivere con un dolore che possono condividere, con un fardello che possono spartire. E quando ce ne sarà bisogno, noi saremo lì ad ascoltarli, a sostenerli, con i nostri limiti, con le nostre fatiche. Avendo costruito insieme a loro un sentiero che percorriamo mano nella mano, fino a quando il destino ci separerà e un altro viandante li accompagnerà lungo il viaggio.

Argomenti in questo articolo
Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
effetto pigmalione
3 Marzo 2024

Effetto Pigmalione: cos’è e come si manifesta?

L’effetto Pigmalione è un fenomeno psicologico per cui le aspettative che una persona nutre nei confronti di un’altra possono influenzare in modo significativo il comportamento e le performance di quest’ultima. Il nome deriva dalla figura…

3 Marzo 2024

Un bicchiere di latte caldo

In seconda media ebbi il pensiero lucidissimo di voler diventare medico, quando conobbi la storia del dott. Albert Schweitzer, in particolare un pensiero scritto nel suo libro Rispetto per la vita; personalità di spicco, famoso…

pensiero laterale
3 Marzo 2024

Pensiero laterale: i 5 indovinelli per allenarlo

Il pensiero laterale è un modo di ragionare creativo che permette di trovare soluzioni originali a problemi apparentemente irrisolvibili. Si tratta di un approccio diverso dal pensiero logico e lineare, poiché richiede di uscire dagli…

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Attualità
Leggi tutti gli articoli
L'effetto dei social media sui giovani
26 Febbraio 2024

L’effetto dei social media sui giovani

Ancora prima di affrontare l’articolo affiora un ricordo: forse tredicenne, torno a casa, un pomeriggio dopo la scuola, e all’ingresso registro qualcosa di diverso. Sul telefono grigio della SIP, sul disco, c’è un lucchetto.

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd