Vaso di Pandora

Il letto di Procuste: metafore e applicazioni nella vita quotidiana

Procuste, noto anche come Damaste, è un personaggio della mitologia greca. Secondo il mito, era un gigante torturatore residente nell’Attica e generalmente appostato lungo la via sacra tra Eleusi e Atene, sul monte Coridallo. La creatura praticava il brigantaggio ed era nota soprattutto per il suo strumento di tortura preferito, il letto di Procuste.

Si tramanda che il gigante avesse un incudine a forma di letto, che secondo lui era della dimensione ideale per ogni essere umano, sul quale legava le persone che aggrediva lungo la strada. Chi era più corto della misura sarebbe stato stirato. A chi invece era troppo lungo si mozzavano gli arti, fino a farli rientrare entro la lunghezza del letto. Quando Teseo uccise il brigante, gli fece patire la stessa sorte che lui aveva inflitto alle sue vittime. Secondo altre versioni, esistevano due letti di Procuste. Uno molto corto, sul quale si ponevano i malcapitati particolarmente alti. E uno lungo, utilizzato con le vittime più basse.

Può interessarti anche: “Depressione mascherata: riconoscere i segnali e agire

Il letto di Procuste nella vita quotidiana

Al giorno d’oggi, la locuzione che si riferisce a questo antico mito è entrata nella parlata quotidiana. Quando affermiamo che qualcuno fa uso del letto di Procuste intendiamo dire che riduce le persone a un solo modello, concependo per chiunque un unico modo di pensare o agire. Questa errata opinione è figlia di pregiudizi o false credenze. Essa non ha quasi mai a che fare con una effettiva conoscenza del soggetto che si giudica. Procuste non rispettava la realtà, non tollerava che esistessero persone di diverse stature. Per lui, tutti dovevano essere della stessa altezza e prestanza fisica. Nella lingua moderna descriviamo in questo modo tutti coloro i quali non accettano differenze e unicità nella vita, bensì forzano a ogni costo la realtà sul loro modello e sul loro standard.

In senso lato, trovarsi sul letto di Procuste significa dover affrontare una situazione molto difficile, forse addirittura intollerabile. Alternativamente, può rimarcare il fatto di dover convivere con una condizione mentale, oppure spirituale, tormentata e piuttosto complicata da affrontare.

Letto di Procuste: un letto di design in montagna
Trovarsi sul letto di Procuste significa trovarsi in una situazione difficile e complicata

La sindrome di Procuste

Nel mito, Procuste possedeva un deviato senso della giustizia. Di fatto, non sfigurava le sue vittime fino a ucciderle soltanto poiché era un sadico torturatore, bensì perché era intimorito da loro. A suo avviso, infatti, il criminale non era lui. Riteneva i suoi aggrediti delle minacce erranti. Liberandosene, avrebbe potuto tutelare sé stesso e la sua famiglia. La moderna psicologia ha mantenuto questo aspetto strisciante ed elucubratorio, derivato dalla mitologia, quando ha definito la cosiddetta sindrome di Procuste. Essa si pone in diretta contrapposizione con quella, più nota, dell’impostore. Diversamente da quanto accada in quel caso, nel quale si vive il proprio successo come se fosse usurpato, in questo si è accecati dall’invidia e non si riesce a gioire per i successi altrui, anche quando riguardano persone che ci sono particolarmente vicine.

Le realizzazioni degli altri infastidiscono chi vive questa condizione. L’afflitto da sindrome di Procuste farà di tutto per boicottare chi stia avendo successo, poiché lo riterrà immeritato. Ai suoi occhi, soltanto le proprie vittorie hanno senso di esistere ed essere celebrate. Non a caso, i tipici comportamenti di chi viva questo atteggiamento sono quelli di denigrare e sminuire il prossimo. La sua invidia sarà tale da portarlo, o portarla, a fare ostruzionismo nei confronti della vittima,sebbene non ve ne sia alcun motivo. Questo atteggiamento non conosce barriere. Può manifestarsi nelle relazioni di tipo amicale come in quelle lavorative. Naturalmente, quando entra in gioco questa sindrome si generano rapporti dannosi. Queste relazioni finiscono per logorare i malcapitati nello spirito esattamente come capitava, nel corpo, a chi era posto nel letto di Procuste.

Che cosa si trova alla base di comportamenti tanto avversi e screditanti? Tipicamente, una scarsa stima e una fiducia inadeguata in sé stessi. Questa spinge il soggetto a concentrarsi sull’altro, anziché convogliare le energie sul proprio miglioramento e raggiungere un successo di cui possa godere. Per persone di questo tipo, è più facile dire che l’altro è fortunato e non merita quel che ha ottenuto, piuttosto che attivarsi per cercare di incrementare gli aspetti positivi della propria personalità. Esattamente come Damaste preferiva straziare uomini sul letto di Procuste, al fine di renderli come desiderava, invece di accettarli per quel che erano.

Patologia del letto di Procuste

La sindrome di Procuste può diventare patologica. Nel qual caso, essa diventa particolarmente grave poichè danneggia la socialità di chi ne soffre, andando a colpire anche chi la subisce, che percepirà astio senza riuscire a spiegarsi come mai. Una particolarità di questa condizione è che, in realtà, non vi è vero e proprio disprezzo da parte dell’invidioso. I suoi sentimenti saranno infatti dovuti, più che altro, a un sentimento di inferiorità e di inadeguatezza. L’invidia è soltanto un effetto secondario, nonostante sia il più evidente. I pregi e le qualità degli altri vengono vissuti come delle minacce, degli affronti intollerabili. Per tal motivo, non si esita a ricorrere a slealtà e scorrettezza pur di arginarli.

Può interessarti anche: “Trasformare la paura in coraggio: metodi efficaci

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
signora all'aria aperta
12 Luglio 2024

Le origini della psicologia della Gestalt

La psicologia della Gestalt, una scuola di pensiero che ha avuto origine in Germania all’inizio del XX secolo, offre un approccio unico e olistico alla comprensione della mente umana. Questa corrente psicologica si distingue per…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Le Ultime dall'Italia e dal Mondo
Leggi tutti gli articoli
signora all'aria aperta
12 Luglio 2024

Le origini della psicologia della Gestalt

La psicologia della Gestalt, una scuola di pensiero che ha avuto origine in Germania all’inizio del XX secolo, offre un approccio unico e olistico alla comprensione della mente umana. Questa corrente psicologica si distingue per…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd