Vaso di Pandora

Guarire malati immaginari

È certamente vero che l’ipocondria  è disturbo diffuso che tende a ingolfare ambulatori medici o addirittura servizi ospedalieri poco preparati a trattarla.  Questa segnalata è una delle tante pubblicazioni che espongono i risultati delle terapie cognitivo-comportamentali nei disturbi d’ansia e in particolare nell’ansia ipocondriaca:  di solito riportano risultati buoni ma non decisivi. Viene persino proposta come efficace una terapia cognitivo- comportamentale via Internet ( come contraltare, è stata descritta la cyberchondria, angoscia ipocondriaca alimentata anzichè alleviata da ricerche “fai da te” su temi medici in Internet).

Ovviamente, dobbiamo tener conto del bias comune a ogni ricerca sull’effetto di una terapia: chi la valuta è di solito è anche la persona o il gruppo che la applica o addirittura l’ha ideata e proposta. Si è portati ad essere ottimisti, e quando si tratta di interventi psicologici se di solito è possibile la randomizzazione (talora con qualche riserva etica) non sono attuabili l’uso del placebo e il doppio cieco.
Comunque questo lavoro, per quanto appare dal riassunto, sembra serio: ampia casistica, sui 500 pazienti, randomizzazione, multicentricità.

Il commento si riferisce alla notizia Ecco psicoterapia semplificata per guarire malati immaginari [Ansa.it]

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
L'acquisizione di maturità
23 Luglio 2024

L’acquisizione di maturità

Ogni anno, a giugno, il tema degli esami di maturità torna sui giornali con le  previsioni e i commenti sugli argomenti dei temi, con le interviste agli esperti che suggeriscono le strategie di studio e…

Scala Griffiths cosa è
23 Luglio 2024

Scala Griffiths: valutazione dello sviluppo infantile

La scala Griffiths è uno strumento fondamentale per la valutazione dello sviluppo infantile, utilizzata da decenni in ambito pediatrico e psicologico. Sviluppata negli anni ’50 da Ruth Griffiths, questa scala rappresenta un punto di riferimento…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Patologia
Leggi tutti gli articoli
Sindrome da stanchezza cronica
11 Luglio 2024

Sindrome da stanchezza cronica

Tra i vincitori del Sundance Film Festival 2017 troviamo “Unrest”, che ha vinto un premio speciale della giuria. Il montaggio del documentario è stato curato da un bravo  autore italiano, Emiliano Battista di Isernia e…

Effetto placebo: il segreto si nasconde tra i neuroni
27 Giugno 2024

Effetto placebo: il segreto si nasconde tra i neuroni

Nella medicina moderna, il termine effetto placebo viene usato per indicare qualsiasi sostanza o terapia medica che può produrre un certo effetto terapeutico che non dipende dalla sua attività biologica. Cos’è l’effetto placebo L’effetto placebo…

Narcisi e narcisismo
25 Giugno 2024

50 sfumature di Ego: Narcisi e narcisismo

Il nostro Io trova sempre occasione per emergere. Nel modo di comunicare, per come ci presentiamo all’altro, addirittura nell’interesse verso l’altro e persino nella cura del prossimo siamo a contatto ravvicinato con il nostro Ego.…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.