Vaso di Pandora

Gaslighting narcisista: manipolazione e impatto emotivo

Il gaslighting narcisista è una forma di abuso psicologico che consiste nel far dubitare la vittima della sua stessa realtà, memoria e percezione. Il narcisista usa questa tecnica per esercitare il controllo, il potere e la dipendenza emotiva sulla sua partner, facendole perdere la fiducia in se stessa e isolandola dagli altri. In questo articolo vedremo cos’è il gaslighting narcisista, come si manifesta, quali sono i suoi effetti e come uscirne.

Cos’è il gaslighting narcisista

gaslighting narcisista

Il termine gaslighting deriva da un film del 1944, in cui un marito cerca di far impazzire la moglie manipolando le luci a gas della casa. Il gaslighting narcisista si basa sullo stesso principio: il narcisista altera la realtà dei fatti, nega le evidenze, mente, confonde, sminuisce e critica la sua vittima, in modo da farle credere di essere sbagliata, pazza o incapace. Il narcisista usa il gaslighting per creare un legame di dipendenza nella sua partner, che si sente sempre più insicura, confusa e impotente. Il narcisista, invece, si sente superiore, giusto e potente.

Come si manifesta il gaslighting narcisista

Il gaslighting narcisista si manifesta in una varietà di modi e con intensità diverse, tuttavia, è possibile identificarlo attraverso una serie di segnali distintivi. Spesso, il narcisista nega di aver detto o fatto qualcosa che in realtà ha detto o fatto, attribuendo alla vittima una cattiva interpretazione o memoria degli eventi. Inoltre, tende a minimizzare o deridere i sentimenti, i bisogni e le opinioni della vittima, facendola sentire stupida, esagerata o irrazionale.

Aggiungendo un ulteriore livello di complessità, il narcisista modifica costantemente le regole, le aspettative e le promesse all’interno della relazione, generando confusione e frustrazione nella vittima. Non solo, egli può anche distorcere i fatti a suo beneficio, inventando scuse, giustificazioni o addirittura accuse per giustificare il suo comportamento o per addebitare la colpa alla vittima.

In un contesto più esteso, il narcisista opera per isolare la vittima dagli altri, mettendo in dubbio la sua fiducia nelle persone che la sostengono o amano, come amici, familiari o professionisti. Per completare il disegno di manipolazione, il narcisista può utilizzare il sarcasmo, l’ironia o l’umorismo per svalutare o umiliare la vittima, presentando tali comportamenti come scherzi o giochi.

Quali sono gli effetti del gaslighting narcisista

Il gaslighting narcisista infligge alla vittima conseguenze devastanti per la salute mentale ed emotiva, manifestandosi in diversi modi. L’ansia e la depressione sono tra gli effetti più comuni, con la vittima che vive in uno stato di costante apprensione e tristezza, talvolta confusa sulle possibili vie di miglioramento. Questo stato emotivo può protrarsi al punto da provocare attacchi di panico, disturbi del sonno o dell’alimentazione.

Inoltre, la vittima può sperimentare una perdita di identità e autostima, ritrovandosi nell’incertezza di chi sia realmente o di cosa desideri. Questa condizione la fa sentire inadeguata, colpevole e indegna di amore, spesso terrorizzata all’idea di commettere errori o deludere il narcisista.

Un altro effetto dannoso del gaslighting narcisista è la dipendenza emotiva. La vittima si ritrova in uno stato di totale dipendenza dal narcisista, cercando in lui conferme, affetto o sicurezza. L’immagine di una vita senza di lui diventa un’impensabile realtà, e nonostante le difficoltà, la vittima vive nella speranza di un cambiamento o di un miglioramento della situazione.

Infine, il gaslighting può portare a un isolamento sociale. Per evitare conflitti, critiche o giudizi, la vittima tende a distanziarsi dagli altri, avvertendo un senso di solitudine e incomprensione. Di conseguenza, perde i suoi punti di riferimento e non riceve più alcun sostegno, aggravando ulteriormente la sua condizione.

Come uscire dal gaslighting narcisista

Emanciparsi dal gaslighting narcisista non rappresenta un percorso facile, tuttavia è assolutamente realizzabile. Il primo passo vitale consiste nel prendere coscienza del problema, riconoscendo di essere vittima di un abuso psicologico e comprendendo che non si tratta di follia o errore personale.

Un’azione successiva altrettanto importante è ripristinare il contatto con la realtà, facendo affidamento sui propri sensi, sulla propria memoria e sulla propria intuizione. È utile confrontarsi con le prove, i documenti, i testimoni e mantenere un diario o una cronologia degli eventi.

Parallelamente, è essenziale rafforzare la propria identità e autostima. Questo si può raggiungere ricordando i propri valori, obiettivi e talenti, impegnandosi in attività che si amano, che rilassano e che gratificano, e premiando e apprezzando se stessi.

Non meno rilevante è la necessità di chiedere aiuto, rivolgendosi a persone di fiducia come amici, familiari o professionisti. Esprimere i propri sentimenti, dubbi e paure può portare a ricevere sostegno, consigli e incoraggiamenti.

Infine, se le circostanze lo permettono, è consigliabile interrompere la relazione con il narcisista o ridurre al minimo i contatti con lui. Proteggersi dalle sue manipolazioni, provocazioni e richieste, imponendo dei limiti e delle regole, è un’azione di fondamentale importanza.

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
famiglia con bambini passeggia su un molo al tramonto
24 Maggio 2024

Siblings e Autismo: guida per famiglie e fratelli

Ricevere la diagnosi di autismo in un bambino rappresenta un momento delicato e significativo per tutta la famiglia, ed è importante in questa fase guidare alla comprensione e all’accettazione della condizione del bambino i cosiddetti…

donna sta per andare al wc
24 Maggio 2024

Vescica iperattiva psicosomatica: cause e soluzioni

Con vescica iperattiva si indica la condizione per cui si avverte il bisogno urgente e frequente di urinare, spesso accompagnato da incontinenza. Questa condizione non è solo la conseguenza di problematiche e disfunzioni fisiche, ma…

L'empatia: la relazione che cura
24 Maggio 2024

L’empatia: la relazione che cura

Il concetto di empatia venne introdotto da  Robert Vischer, filosofo tedesco e professore di storia dell’arte, a fine ‘800, deriva dal termine empátheia, ovvero «sentire dentro» e definisce la capacità di introiezione dell’oggetto artistico da parte dello spettatore

grooming
24 Maggio 2024

Grooming: riconoscere e prevenire l’abuso online

Il grooming è una forma di adescamento online che coinvolge i minori, con l’obiettivo di stabilire una relazione di fiducia per poi sfruttarli sessualmente. In un’era sempre più digitale, è fondamentale che genitori, educatori e…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Le Ultime dall'Italia e dal Mondo
Leggi tutti gli articoli
famiglia con bambini passeggia su un molo al tramonto
24 Maggio 2024

Siblings e Autismo: guida per famiglie e fratelli

Ricevere la diagnosi di autismo in un bambino rappresenta un momento delicato e significativo per tutta la famiglia, ed è importante in questa fase guidare alla comprensione e all’accettazione della condizione del bambino i cosiddetti…

donna sta per andare al wc
24 Maggio 2024

Vescica iperattiva psicosomatica: cause e soluzioni

Con vescica iperattiva si indica la condizione per cui si avverte il bisogno urgente e frequente di urinare, spesso accompagnato da incontinenza. Questa condizione non è solo la conseguenza di problematiche e disfunzioni fisiche, ma…

grooming
24 Maggio 2024

Grooming: riconoscere e prevenire l’abuso online

Il grooming è una forma di adescamento online che coinvolge i minori, con l’obiettivo di stabilire una relazione di fiducia per poi sfruttarli sessualmente. In un’era sempre più digitale, è fondamentale che genitori, educatori e…

strada di città affollata
23 Maggio 2024

Ansia sociale. 10 tecniche per superarla efficacemente

L’ansia sociale comporta il provare una paura intensa del giudizio altrui, tale da condizionare le interazioni sociali in maniera debilitante: come superarla?Noto anche come fobia sociale, questo disturbo può interferire significativamente con la vita quotidiana,…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd