Vaso di Pandora

Come conciliare maternità e lavoro

Il tema lavoro per le mamme italiane è da sempre un tasto dolente. Conciliare la maternità con un’attività lavorativa, che sia in proprio o da dipendente, è piuttosto difficile, soprattutto per chi non ha a disposizione un supporto familiare o extrafamiliare (tata, babysitter, baby parking).

Se da un lato gli asili nido offrono quasi da subito un’agevolazione per le neomamme in difficoltà, dall’altro il continuo ammalarsi dei più piccoli alla lunga può risultare un problema perché si rende spesso necessaria la presenza di un genitore in casa. In questi casi lo smart working può rivelarsi utile, permettendo alla mamma o al papà di poter badare ai figli, ma rappresenta comunque un impegno che richiede una certa organizzazione anche all’interno delle mura domestiche.

Il parere dell’esperta

Taryn Di Ventura, ex dipendente di multinazionali del lusso e mamma, spiega che «Il primo passo è mettere bene a fuoco che cosa si vuole. Il tempo passato con i bambini e l’esperienza stessa della maternità porta alla messa in discussione la scala dei valori e delle priorità: ci si chiede che cosa si perda, lavorando troppo. Si riscopre la vita personale. Ma nella maggior parte dei casi, una compensazione è possibile».
Oggi Taryn gestisce il sito e la pagina Instagram “Un lavoro per mamma“, offrendo consulenza alle “mamme che vogliono cambiare vita o lavoro, ma non sanno da dove cominciare”.

Acquisizione di nuove skill


Conciliare maternità e lavoro secondo l’imprenditrice è assolutamente possibile. Bisogna prima di tutto focalizzarsi, però, sia su quello che si sta cercando e sia su come ottenerlo e su quali punti di forza fare leva. In tal senso, spiega, «Bisogna prima di tutto convincere sé stesse che non si è lavoratrici di serie B in quanto mamme. Anzi. Tante ricerche hanno dimostrato che dopo un figlio una donna acquisisce molte soft skill utilissime professionalmente».

Conoscenza dei propri diritti

Un altro punto nevralgico consiste nella conoscenza dei propri diritti sul lavoro: secondo Taryn Di Ventura ogni donna dovrebbe essere informata «su quello che ogni azienda deve garantire, dai permessi per l’allattamento a quelli per la malattia del bambino. Per ottenere un lavoro per mamma potrebbe quindi bastare una chiacchierata con il proprio responsabile, chiarendo le nuove esigenze».

Non sempre è possibile far valere i propri diritti a causa di una cattiva gestione e di una certa indifferenza da parte dei datori di lavoro, ma bisogna quantomeno provarci.

Come conciliare maternità e lavoro

Attenzione al lato psicologico

Infine da non sottovalutare, secondo l’imprenditrice, è anche il fattore psicologico non legato strettamente al lavoro, ma piuttosto al diventare mamme. Il primo passo per conciliare maternità e lavoro è stare bene con sé stesse e quindi lasciarsi alle spalle eventuali problematiche connesse alla depressione post-partum o a eventuali burnout. «Chi vive con angoscia il rientro a lavoro dopo la maternità e vuole scappare dalla propria vita perché sta vivendo un disagio psicologico non è pronto per trovare o cambiare lavoro: non raggiungerebbe l’obiettivo».

Il consiglio di Taryn è quello di richiedere prontamente un supporto a psicologi e professionisti del settore per intraprendere un percorso di rinascita e piena consapevolezza.

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
False credenze sulla psicologia: una ragazza parla con un terapeuta
27 Febbraio 2024

Cinque false credenze sulla psicologia di cui diffidare

Quando si attraversano situazioni di difficoltà o si percepisce forte malessere, è perfettamente naturale avvertire la necessità di richiedere un aiuto specialistico. Talvolta, però, si è restii a farlo, a causa di pregiudizi e falsi…

Frasi di psicologi famosi
26 Febbraio 2024

Le 10 frasi più belle di psicologi famosi

L’ambito della psicologia, con le sue profonde intuizioni sul comportamento umano e sulla mente, ha fornito al mondo un’abbondante collezione di pensieri e riflessioni significative. Gli psicologi di fama mondiale, attraverso il loro impegno costante…

L'effetto dei social media sui giovani
26 Febbraio 2024

L’effetto dei social media sui giovani

Ancora prima di affrontare l’articolo affiora un ricordo: forse tredicenne, torno a casa, un pomeriggio dopo la scuola, e all’ingresso registro qualcosa di diverso. Sul telefono grigio della SIP, sul disco, c’è un lucchetto.

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Le Ultime dall'Italia e dal Mondo
Leggi tutti gli articoli
False credenze sulla psicologia: una ragazza parla con un terapeuta
27 Febbraio 2024

Cinque false credenze sulla psicologia di cui diffidare

Quando si attraversano situazioni di difficoltà o si percepisce forte malessere, è perfettamente naturale avvertire la necessità di richiedere un aiuto specialistico. Talvolta, però, si è restii a farlo, a causa di pregiudizi e falsi…

Frasi di psicologi famosi
26 Febbraio 2024

Le 10 frasi più belle di psicologi famosi

L’ambito della psicologia, con le sue profonde intuizioni sul comportamento umano e sulla mente, ha fornito al mondo un’abbondante collezione di pensieri e riflessioni significative. Gli psicologi di fama mondiale, attraverso il loro impegno costante…

Tabellone bianco con frase motivazionale
26 Febbraio 2024

Come diventare coach motivazionale

Il coach motivazionale è una figura che affianca l’individuo per conoscere i meccanismi della sua motivazione e per imparare a riconoscerli, in modo tale da imparare ad ascoltare il corpo e la mente così da…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd