Vaso di Pandora

Clausura indotta e nuova solitudine

Quali i beati al nuovissimo bando

Surgeran presto ognun di sua caverna

La revestita voce alleluiando

Dante, Purgatorio XXX, 13-15

Giorni e giorni di ritiro forzato….una clausura che forse le motivazioni lungamente meditate di monaci per vocazione, potrebbero sostenere con serenità, mentre molti di noi ne venivano da un’esistenza frenetica e frettolosa resa ancor più caotica da stimoli i più disparati che assumevano tuttavia le modalità consumistiche di fruizione, mi riferisco anche a viaggi, vacanze, eventi culturali e artistici.

Abbiamo vissuto così sospesi, spaesati e disorientati con l’incertezza, che le esperienze traumatiche comunque comportano, ma in questa situazione si complicano nella difficoltà/incapacità di previsione, di coerenza e responsabilità di cui ci si è dovuto prendere atto…ci siamo altalenati tra confusione e imprevedibilità clamorosamente riportate dai media.

Quando ci è capitato questo accidente, alla fine di febbraio, stavo lavorando su una lettura straordinaria, la riedizione di “La fine del mondo. Contributo all’analisi delle apocalissi culturali” – Ernesto De Martino, Piccola Biblioteca Einaudi.

De Martino l’avevo conosciuto tramite Petrella che nelle lezioni della Scuola  di Specializzazione ci aveva introdotto al suo illuminante percorso antropologico.

Ripercorrere le suggestioni e la profondità di quel pensiero oggi è tonificante, personalmente un riprendere in mano la materia fondante della scelta di lavorare in psichiatria, il piacere di studiare l’uomo, l’evolversi della sua possibilità di esistenza delle sue capacità narrative, della sua creatività.

Il focus di quella lettura riguarda la struttura, il senso e il significato dei riti, in particolare per ciò che ha a che fare con l’esperienza e il vissuto della fine del mondo che per De Martino è la fine di un mondo comporta cioè la rinascita.

Il rito e la cultura permettono di sviluppare le capacità di trasformare la caduta nel rialzarsi in un orizzonte mitico rituale il cui senso profondo  si traduce nell’idea della continuità, nella costituzione di collettività che può sostanziarsi nella trasmissione del sapere.

Tralasciando la complessa e “demoralizzante” contingenza culturale che rende assai problematico utilizzare questi ambiti di conoscenza, vorrei solo inquadrare l’umanissima vitalità che si esprime nei miti e nelle narrazioni della Resurrezione (la Pasqua cristiana) l’esultanza di riaprire le porte alla vita e al canto come il gaudio dei risorti descritto da Dante con la luminosa terzina già citata “Quali i beati al nuovissimo bando/surgeran presti ognun di sua caverna/la revestita voce alleluiando” (Purgatorio XXX, 13-15), di cui prima si diceva a proposito della fine di un mondo (e non del mondo) di De Martino.

È assurdo leggere i canti di Dante senza attrarli verso l’attualità. Essi son fatti per questo…proiettili lanciati per cogliere l’avventura. Esigono un commento in futurum – Mandel’ Štam, Conversazione su Dante (Sole 24 Ore 19.04.2020).

Certo non è ancora l’ora di quella baldanza, sicuramente siamo lontani dalla rinascita dopo il Covid però il problema che già mi pongo riguarda quella possibilità di ricominciare e reinventare un nuovo mondo che a volte, anzi spesso non riesco ad intravvedere e una delle più impegnative questioni che mi pongo, quella per la quale desidero e cerco il dialogo riguarda il come affrontare una deriva del pensiero contemporaneo “la velenosa presenza del neoscetticismo” come lo definisce lo storico Carlo Ginzburg di chi trova sempre ciò che ideologicamente cerca.

La questione riguarda da vicino anche noi psichiatri, in quanto ha a che fare con l’autentica ricerca della verità interiore di quella rete di espressioni e racconti,  e soprattutto di silenzi, da ascoltare, di ripetizioni, di comportamenti, di storie e rivisitazioni e ricostruzioni della memoria che si intrecciano per dipanare relazioni significative in ambienti consoni e protetti. Tale ricerca mal si presta alla distanza corporea, ma anche all’impossibilità di avere fiducia e alla continua insinuazione del complottismo.

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
misoneista significato
18 Luglio 2024

Misoneista: resistenza al cambiamento e come superarla

È innegabile che in un contesto mutevole come quello odierno, la capacità di adattamento al cambiamento è vitale. Tuttavia, alcune persone mostrano una resistenza marcata a queste trasformazioni, un fenomeno noto come misoneismo. Questo articolo…

stigma sociale
18 Luglio 2024

Stigma sociale: significato e impatti sulla salute mentale

Lo stigma sociale rappresenta una realtà pervasiva che incide profondamente sul tessuto delle relazioni umane e sul benessere psicologico degli individui. Si manifesta quando determinate persone vengono etichettate, discriminate e isolate a causa di attributi…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Cultura
Leggi tutti gli articoli
I tuffi nella storia dell'arte
17 Luglio 2024

I tuffi nella storia dell’arte

La parte più ampia dell’opera di Jan Neer ritrae paesaggi, bagnanti, scene di spiaggia, stabilimenti. È una produzione legata alla vendita delle cartoline, spesso da lui stesso stampate, per il ricordo dei luoghi, la testimonianza…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd