Vaso di Pandora

Benessere mentale, sempre più giovani soffrono di depressione: “Necessario salvaguardare benessere psicosociale”

Sempre più bambini e ragazzi soffrono di depressione. È quanto evidenziato da una ricerca effettuata da UNICEF secondo la quale, un adolescente su 7, tra i 10 e i 19 anni, convive con un disturbo diagnosticato. Il 40% è rappresentato da disturbi come ansia e depressione.

Proprio in virtù di questo, secondo gli esperti, è necessario intervenire tempestivamente al fine di salvaguardare il benessere psicosociale. Si, perché l’allarme non è da trasporre solo al singolare, ma va amplificato nel senso più globale del termine coinvolgendo l’intera società composta dai giovani che, se dovessero continuare di questo passo, potrebbero avere molte difficoltà nel diventare gli adulti del domani.

La maggior parte dei giovani, oggi, vive con un carico di emozioni troppo grande da affrontare. In Italia, solo nel periodo pre pandemico, si stimava che circa 956mila ragazzi e ragazze soffrissero di problemi di salute mentale. Oggi quei numeri risultano notevolmente raddoppiati per cui urge trovare soluzione garantendo sostegno costante e adeguato a tutti i livelli.

L’appello è rivolto nello specifico alle famiglie, ma anche alle scuole e alle istituzioni. Per questa ragione negli scorsi giorni è nata una petizione dal titolo “Salute per la mente di bambini e adolescenti”. Obiettivo, chiedere maggiori investimenti destinati alla prevenzione, promozione e tutela della salute mentale, potendo contribuire ad aiutare anche i famigliari che spesso non riescono né a sostenere le spese, né a sostenere il percorso a livello emotivo. Si tratta solo di una delle iniziative portate avanti.  Il consiglio degli esperti è quello di restare al fianco dei propri cari, senza avere paura di supportarli qualora avessero bisogno di affrontare un percorso mirato, sia che si tratti di adulti, sia di bambini. Molte volte infatti, tra le problematiche che rendono a peggiorare la condizione attuale, c’è proprio la paura, per una questione di “vergogna” ad intraprendere un percorso terapeutico che invece potrebbe migliorare notevolmente la vita di ognuno.

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
Giovane donna dopo aver praticato Yoga
23 Marzo 2023

Violenza e abusi: un trauma difficile da superare

La violenza e gli abusi sono esperienze terribili che possono lasciare cicatrici profonde nella vita delle persone. Questi traumi possono manifestarsi in vari modi, tra cui disturbi d’ansia, depressione, PTSD e problemi di autostima. Tuttavia,…

Donna di mezza età che lavora al pc
22 Marzo 2023

Ageismo, cosa significa e come superarlo

L’ageismo è una discriminazione basata sull’età che può avere conseguenze negative nella vita e nel lavoro. Si tratta di un pregiudizio che può essere diretto o indiretto e che può essere esercitato sia da persone…

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Le Ultime dall'Italia e dal Mondo
Leggi tutti gli articoli
Giovane donna dopo aver praticato Yoga
23 Marzo 2023

Violenza e abusi: un trauma difficile da superare

La violenza e gli abusi sono esperienze terribili che possono lasciare cicatrici profonde nella vita delle persone. Questi traumi possono manifestarsi in vari modi, tra cui disturbi d’ansia, depressione, PTSD e problemi di autostima. Tuttavia,…

Donna di mezza età che lavora al pc
22 Marzo 2023

Ageismo, cosa significa e come superarlo

L’ageismo è una discriminazione basata sull’età che può avere conseguenze negative nella vita e nel lavoro. Si tratta di un pregiudizio che può essere diretto o indiretto e che può essere esercitato sia da persone…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.