Vaso di Pandora

Alla porta di Bibbiano

Commento all’articolo “Alla mia porta” apparso su La Stampa, il 09/06/2023

E’ sempre rischioso fare commenti definitivi su questioni complesse e delicatissime,  quando non si è in grado o non si ha la possibilità di fare una valutazione competente attraverso una osservazione diretta.

Alle volte,  pur disponendo degli strumenti e della conoscenza diretta dei fatti rimangono perplessità importanti.  Sul tema in generale è giusto aprire un dibattito, personalmente me ne sono occupato collaborando ad un lavoro uscito in Spagna e che è in via di pubblicazione in Italia con il titolo:  “ Il maltrattamento istituzionale  Storie per non dormire”.   

In questo lavoro,  si esaminano in contesti diversi (Spagna, Stati Uniti, Messico, Italia) le pratiche buone e meno buone relative ai sistemi sociosanitari e giudiziari relative agli affidamenti dei minori e alle loro famiglie di origine.  Lungi da me quindi sottovalutare il problema a cui i media hanno dedicato attenzione. Tuttavia, parlando del caso specifico di Bibbiano, vorrei fare alcune considerazioni. Quando scoppiò il caso,  con il clamore e l’attenzione della politica, iniziai con una provocazione la prima lezione del mio corso di neuropsichiatria infantile al master universitario per gli insegnanti di sostegno: “oggi parliamo di Bibbiano”.  

Il mio parlare di Bibbiano si riferiva non tanto ai contenuti, che ovviamente non potevo valutare, ma a come si parlava del problema, in particolare accusando servizi e professionisti di avere utilizzato l’elettroshock per condizionare dei bambini.  Purtroppo per noi psichiatri di vecchia data , l’elettroschock rappresenta il simbolo di una psichiatria che abbiamo conosciuto direttamente e che abbiamo combattuto.

Chi come me ha condiviso l’esperienza dei bambini ricoverati al manicomio di Cogoleto ha presente il risultato tremendo delle cure praticate ai bambini, con o senza elettroschock.

Sentire quindi dei ministri, di opposte tendenze, utilizzare (ieri, ma ancora oggi nei telegiornali) in maniera del tutto arbitraria e incompetente, per fini di bottega,  un argomento così serio e devastante, mi aveva spinto a provocare una discussione  con un atteggiamento che, in quel momento , appariva contro corrente.

Alla luce della sentenza di oggi e, non disponendo nemmeno ora della possibilità di una valutazione diretta, posso solamente riferirmi a quanto espresso da professionisti che stimo per onestà e competenza, come Luigi Cancrini e Mauro Mariotti, psichiatri, psicoterapeuti e terapeuti familiari, che si sono occupati del caso direttamente in ambito peritale. Entrambi hanno espresso pareri a favore della buona pratica di Foti. In particolare Mariotti riferisce di avere effettuato una microanalisi di tutte le sedute videoregistrate delle sedute con i bambini consegnate da Foti senza che siano risultati  elementi criticabili dal punto di vista della correttezza professionale.

Il tema naturalmente, come sottolinea Cancrini, riguarda più in generale la psicoterapia e le modalità di utilizzo della psicoterapia. In questo senso è giusto che si allarghi il dibattito sul merito e  che, chi ne ha le competenze, anche a livello di società scientifiche, si faccia carico di una riflessione  che possa aiutarci a raggiungere la certezza, anche da un punto di vista tecnico,  che nessun abuso è stato commesso.

Ma allo stesso tempo nessuno taccia sull’incompetenza e la mala fede di quei politici e, in qualche caso,  giornalisti,  che ritengono di poter influenzare l’opinione pubblica solo perché hanno il previlegio di disporre degli strumenti di comunicazione.

Argomenti in questo articolo
Condividi

Commenti su "Alla porta di Bibbiano"

  1. Completamente d’accordo, si è detto tanto e spesso male su un argomento delicato da parte di chi non solo non ha visionato nel dettaglio il materiale, ma che non ho neanche le competenze tecniche per poter giudicare. Ci si lamenta molto della medicina difensiva, purtroppo dobbiamo constatare che a volte i professionisti della salute devono effettivamente prendere tutte le precauzioni per difendersi da attacchi spesso strumentali, anche sacrificando il benessere dei pazienti

    Rispondi

Lascia un commento

Leggi anche
mamma tiene in braccio un neonato
13 Giugno 2024

Baby Blues: comprendere il disturbo post-partum

Cos’è il baby blues? Questa espressione è sempre più diffusa e indica un fenomeno comune che interessa molte neo-mamme nei giorni o settimane immediatamente successivi al parto.Si tratta di una condizione temporanea e che differisce…

Nuove Rems?
13 Giugno 2024

Nuove REMS?

Nella bozza dell’annunciato provvedimento del Ministro Schillaci sulle liste di attesa vi è l'art. 21 che stanzia 40 milioni di Euro per la realizzazione di nuove REMS o la manutenzione di quelle esistenti.

uomo e donna stesi si guardano malinconici
13 Giugno 2024

Attaccamento ambivalente: effetti sulle relazioni negli adulti

L’attaccamento ambivalente, noto anche come attaccamento ansioso, è uno dei quattro principali stili di attaccamento identificati dalla teoria dell’attaccamento di John Bowlby. Questo stile si sviluppa durante l’infanzia e ha implicazioni significative per le relazioni…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Attualità
Leggi tutti gli articoli
Nuove Rems?
13 Giugno 2024

Nuove REMS?

Nella bozza dell’annunciato provvedimento del Ministro Schillaci sulle liste di attesa vi è l'art. 21 che stanzia 40 milioni di Euro per la realizzazione di nuove REMS o la manutenzione di quelle esistenti.

Come la Touch Medicine può guarirci dalla solitudine
12 Giugno 2024

Come la Touch Medicine può guarirci dalla solitudine

L’aumento esponenziale delle tecnologie digitali è accompagnato da un parallelo incremento della solitudine interpersonale: una sorta di desertificazione affettiva dell’anima  ci allontana sempre più dagli altri, come galassie che si espandono e si distanziano nello…

Il femminile e il maschile oggi
11 Giugno 2024

Il femminile e il maschile oggi

Che l’atto riproduttivo sia fonte di immediato piacere è stata da sempre una necessità evolutiva, volta alla conservazione della specie. Nei mammiferi, è  regola che l’incontro sessuale abbia luogo solo nei momenti di fecondità, durante…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd