Vaso di Pandora

A lezioni di psichiatria con il cinema d’autore

Commento alla notizia del 2 febbraio 2015

L’Ufficio Stampa dell’Università di Pisa, all’inizio di questo febbraio, ha pubblicato l’informazione che la Prof. Dell’Osso (direttore della Scuola di specializzazione in psichiatria) ha selezionato, insieme al Dottor Riccardo Dalle Luche, cinque film incentrati sui disturbi dello spettro autistico dell’adulto per fare lezione agli studenti.

La Prof. Dell’Osso ha utilizzato, quindi, una procedura didattica insolita: studiare la psichiatria attraverso il cinema d’autore, in questo caso, per allargare la sensibilità clinica rispetto a condizioni ampiamente sottovalutate o mal diagnosticate nella pratica corrente.
Leggendo questa notizia ho avuto conferma di ciò che si svolge, invece, con regolarità nelle strutture comunitarie, in particolare in quelle finalizzate a utenti adolescenti. In poche parole il cinema può essere utilizzato, ed è impiegato, per curare e/o per imparare a trattare il disagio psichico.
Se riflettiamo, ci sovviene immediatamente alla mente come, da sempre, siano utilizzate le fiabe dalle nostre nonne e/o mamme per affrontare i conflitti dei bambini. Questo per ragionare sulla potenza che hanno le storie e le narrazioni in genere. In particolare quando la narrazione di una storia avviene attraverso il “meccanismo della proiezione”, mettendo sul campo le varie potenzialità dell’essere vivente con tutte le sue capacità di espressione, si dà la possibilità allo spettatore di rivivere nella storia raccontata la propria esperienza di vita o comunque di avvicinarsi a stati emozionali che magari teneva sopiti.
Approfondendo quest’argomento con una ricerca sul web ho notato che il “meccanismo della proiezione” è condiviso tra cinema e psicoanalisi non solamente perché hanno lo stesso anno di nascita, entrambi nel 1895. Ovvero, il contenuto della pellicola è proiettato sul telo cinematografico come l’inconscio con le sue paure e ansie è proiettato dallo spettatore sui protagonisti del film. Pur non essendo molto esperta di questo meccanismo, l’ho volontariamente utilizzato come attività ricreativa/riabilitativa all’interno delle CT per minori: il gruppo cinema.
Gli operatori dedicati al gruppo, che di volta in volta si alternano nel gestirlo, compiono una selezione del film pensando anticipatamente a quali potenziali emozioni, reazioni, collegamenti tra immaginario e reale potrebbero essere stimolati nel gruppo dei ragazzi dalla visione del film e, quindi, programmano l’intervento terapeutico nel gruppo. Effettivamente durante la visione partecipata di un film si crea una fusione tra la realtà dello spettatore e quella del film con la possibilità di: immedesimarsi nell’immaginario da parte dello spettatore, condividere la vicenda vissuta dagli attori, ecc… Questi sono alcuni degli elementi che hanno la possibilità di influenzare il modo di pensare e sentire del giovane spettatore durante la visione guidata di un film, rendendo possibile pertanto un intervento psicoterapico finalizzato all’adozione di nuovi schemi mentali ma anche modelli comportamentali più funzionali.
La forza del film nel portare a livello di consapevolezza elementi in precedenza inconsci può essere, se adeguatamente guidata dall’intervento psicoterapico, un importante elemento finalizzato a facilitare la consapevolezza di comportamenti disfunzionali.
A tal proposito molti sono gli psichiatri che hanno selezionato vari film a contenuto psichiatrico riguardanti sia i più specifici temi psicopatologici sia le problematiche caratteristiche del ciclo di vita probabilmente nell’intento di suscitare nello spettatore il riconoscimento della propria visione interiore rendendo, quindi, fattibile o comunque facilitando il processo di cura.

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
Frasi di psicologi famosi
26 Febbraio 2024

Le 10 frasi più belle di psicologi famosi

L’ambito della psicologia, con le sue profonde intuizioni sul comportamento umano e sulla mente, ha fornito al mondo un’abbondante collezione di pensieri e riflessioni significative. Gli psicologi di fama mondiale, attraverso il loro impegno costante…

L'effetto dei social media sui giovani
26 Febbraio 2024

L’effetto dei social media sui giovani

Ancora prima di affrontare l’articolo affiora un ricordo: forse tredicenne, torno a casa, un pomeriggio dopo la scuola, e all’ingresso registro qualcosa di diverso. Sul telefono grigio della SIP, sul disco, c’è un lucchetto.

Tabellone bianco con frase motivazionale
26 Febbraio 2024

Come diventare coach motivazionale

Il coach motivazionale è una figura che affianca l’individuo per conoscere i meccanismi della sua motivazione e per imparare a riconoscerli, in modo tale da imparare ad ascoltare il corpo e la mente così da…

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Attualità
Leggi tutti gli articoli
L'effetto dei social media sui giovani
26 Febbraio 2024

L’effetto dei social media sui giovani

Ancora prima di affrontare l’articolo affiora un ricordo: forse tredicenne, torno a casa, un pomeriggio dopo la scuola, e all’ingresso registro qualcosa di diverso. Sul telefono grigio della SIP, sul disco, c’è un lucchetto.

25 Gennaio 2024

Facciamo caso…

In un recente articolo, pubblicato sul Corriere della Sera, una delle scrittrici italiane più vivaci, racconta di avere fatto delle ipotesi a proposito di alcune sue problematiche odierne, quali non riuscire ad abbracciare il marito…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd