Vaso di Pandora

Un tocco più professionale

Dagli studi della psicologia dell’abbigliamento, si evince l’importanza della scelta degli abiti che indossiamo, in quanto son capaci di influenzare la nostra vita sentimentale, il modo in cui ci mostriamo agli altri ed anche il nostro comportamento lavorativo.

Indossare divise da lavoro, o più comunemente abiti formali, nell’ambiente lavorativo, ha un notevole effetto positivo sui comportamenti dei dipendenti. Questa una delle motivazioni che porta le grandi aziende a inserire nel regolamento aziendale una clausola sul modo di vestirsi, anche se non si è a contatto con il pubblico.

Alcuni studi pubblicati nel 2010 sulla rivista Evolution and Human Behaviour, condotti da Rob M.A. Nelissen, R. M. A. & Meijers, M. H. C., mostrano come le persone che si vestono in modo professionale possono contare su una serie di benefici: ottengono più facilmente la collaborazione degli altri, un maggior numero di raccomandazioni, stipendi più alti e risultati più eccelsi nel compiti.

I ricercatori Howlett, N., Pine, K. L., Cahill, J., Orakçıoğlu, I., & Fletcher, B., in uno studio del 2015 hanno dimostrato quanto l’aspetto del vestiario in ambiente lavorativo sia più importante per le donne che per gli uomini; o meglio esiste una visione completamente differente in base al sesso del dipendente. Lo studio ha mostrato immagini di donne con differenti ruoli lavorativi: da senior manager a receptionist. Tutte le donne avevano un abbigliamento piuttosto sobrio, con piccolissime differenze di alcuni dettagli: lunghezza della gonna, scollatura della camicetta… È emerso che le donne che ricoprono ruoli più importanti son giudicate in modo negativo se vestite in modo più provocante, a differenza delle donne con incarichi di non supervisione, gestione e controllo, che son quasi “giustificate” ed idonee nell’infondere un diverso effetto negli altri.

Per quanto riguarda gli uomini, invece, lo studio effettuato dagli stessi ricercatori, ha evidenziato l’affidabilità attribuita a uomini con indosso abiti sartoriali, piuttosto che uomini con abiti aventi lo stesso stile e colore, ma acquistati in negozio. Emerge quindi, un rapporto direttamente proporzionale tra l’autostima e la sicurezza di sé con l’abbigliamento professionale sul luogo di lavoro.

Conoscere l’effetto che queste ricerche hanno sul giudizio di persone valutate a primo impatto, dovrebbe farci riflettere su quanto possa incidere la prima impressione a livello inconscio in ambiente lavorativo e non.

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
L'acquisizione di maturità
23 Luglio 2024

L’acquisizione di maturità

Ogni anno, a giugno, il tema degli esami di maturità torna sui giornali con le  previsioni e i commenti sugli argomenti dei temi, con le interviste agli esperti che suggeriscono le strategie di studio e…

Scala Griffiths cosa è
23 Luglio 2024

Scala Griffiths: valutazione dello sviluppo infantile

La scala Griffiths è uno strumento fondamentale per la valutazione dello sviluppo infantile, utilizzata da decenni in ambito pediatrico e psicologico. Sviluppata negli anni ’50 da Ruth Griffiths, questa scala rappresenta un punto di riferimento…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Le Ultime dall'Italia e dal Mondo
Leggi tutti gli articoli
Scala Griffiths cosa è
23 Luglio 2024

Scala Griffiths: valutazione dello sviluppo infantile

La scala Griffiths è uno strumento fondamentale per la valutazione dello sviluppo infantile, utilizzata da decenni in ambito pediatrico e psicologico. Sviluppata negli anni ’50 da Ruth Griffiths, questa scala rappresenta un punto di riferimento…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.