Vaso di Pandora

Smombies: il fenomeno degli zombie da smartphone e le sue conseguenze

Nel contesto sempre più tecnologico e connesso in cui viviamo, il termine “smombies” (contrazione di smartphone e zombies) è emerso per descrivere coloro che, immersi nei loro dispositivi mobili, si comportano come veri e propri zombie, fino a ignorare completamente l’ambiente circostante.

Come si manifesta questo fenomeno, quali sono le cause e quali le conseguenze dal punto di vista individuale e societario?

Chi sono gli Smombies?

Il termine “smombie” nasce, come accennato sopra, dall’unione delle abbreviazioni delle due parole inglesi “smartphone” e “zombie”. La sonorità stessa della parola ci suggerisce il tipo di comportamento a cui questa si riferisce: osservare lo smartphone ed esserne così assorbiti da perdere il contatto con la realtà, tanto da sembrare uno zombie.

Per rendere immediatamente l’idea di cosa questo neologismo voglia indicare, basti pensare a una persona che guarda il suo smartphone mentre cammina per strada, ignorando completamente ciò che gli accade intorno.
L’elevata concentrazione che dedichiamo agli schermi dei nostri telefoni può portarci facilmente a isolarci dalla realtà circostante e catapultarci in uno stato di distrazione costante.

In determinati contesti, tale atteggiamento può risultare pericoloso per sé stessi e per gli altri rischiando di farci perdere l’orientamento, inciampare o addirittura causare scontri o incidenti. Laddove siamo presi in altre attività, si rischia di distogliere l’attenzione da quello che stavamo facendo, con conseguenze imprevedibili in base alle situazioni specifiche (dimenticare i fornelli accessi mentre si sta cucinando, distrarsi mentre si guida un veicolo…).

Il fenomeno sociale ha spinto alcuni paesi, ad esempio il Giappone, a suddividere alcuni marciapiedi metropolitane in corridoi appositamente dedicati a chi consulta lo smartphone mentre cammina.
Riconoscere i rischi di questo tipo di alienazione è fondamentale per arginarne la diffusione e sensibilizzare le persone a non rinunciare alla vita vera a discapito degli stimoli che provengono da uno schermo.

ragazza guarda il cellulare mentre cammina in un parco
Gli smombies rischiano di dimenticarsi dei piaceri della vita vera e di trascurare gli affetti e le relazioni reali.

Quali sono le cause del fenomeno Smombies?

Nonostante le cause all’origine di tale fenomeno siano moltissime, con sfumature diverse in base ai casi specifici, di seguito abbiamo individuati quelle principali e più comuni, frutto della società digitale in cui viviamo:

  • Uso intensivo dei Social Media: la dipendenza dai social media e dalle applicazioni di messaggistica istantanea può portare le persone a controllare costantemente i loro dispositivi per aggiornamenti e notifiche, alimentando il comportamento smombie.
  • FOMO (Fear of Missing Out): la paura di perdere qualcosa di importante che possa avvenire online, spinge molte persone a sentire la necessità di rimanere costantemente connesse. Questa ansia sociale, strettamente legata alle interazioni digitali, può portare a un uso eccessivo dello smartphone, anche in situazioni che richiedono la presenza mentale e fisica.
  • Multitasking eccessivo: l’aumento delle richieste quotidiane e delle attività che richiedono l’uso dello smartphone, dal lavoro alla vita sociale, può portare le persone a cercare di svolgere più compiti contemporaneamente, contribuendo al fenomeno smombies.

Quali sono le conseguenze sociali e individuali?

Dal punto di vista sociale, gli smombies tendono a ridurre le proprie interazioni fisiche a favore di quelle virtuali. Ma non solo: tale atteggiamento può addirittura portare a perdere legami significativi o indebolire rapporti di amicizia a causa della costante distrazione dovuta dall’immersione nello schermo dello smartphone.

Inoltre, come anticipato, gli smombies rappresentano un pericolo per la sicurezza stradale: gli smombies possono essere distratti e meno consapevoli del traffico e degli ostacoli, mettendo a rischio la propria sicurezza e quella degli altri e causando incidenti stradali.

Dal punto di vista individuale, un uso prolungato dello smartphone può causare problemi fisici, come la tipica “testa bassa” che contribuisce a dolori al collo e alla schiena. Ma soprattutto sono preoccupanti le conseguenze sulla salute mentale. L’isolamento digitale, a lungo andare, può causare depressione, disconnessione dalla realtà, sentimento di profonda solitudine e alienazione dal mondo esterno.

uomo attraversa la strada mentre guarda lo smartphone
Il fenomeno smombies ha conseguenze negative sul nostro benessere, ma è anche un pericolo per chi ci circonda considerato il rischio di causare incidenti a causa della distrazione da smartphone.

Una conseguenza della realtà digitale in cui viviamo

Il fenomeno degli smombies è una realtà nella nostra società digitale. Se è vero che la tecnologia ha apportato innumerevoli benefici, è anche vero che è essenziale bilanciare il suo utilizzo per preservare la propria salute mentale e per non causare danni a sé stessi e agli altri.
Riconoscere il problema e adottare misure per mitigare il comportamento smombie è cruciale per un benessere individuale e sociale duraturo. Ecco perché è necessario sensibilizzare alla consapevolezza sull’utilizzo degli smartphone e ricordare l’importanza di vivere nel presente, prediligendo interazioni sociali reali durante le quali è bene ricordarsi di mettere via il cellulare e godersi il momento.

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
False credenze sulla psicologia: una ragazza parla con un terapeuta
27 Febbraio 2024

Cinque false credenze sulla psicologia di cui diffidare

Quando si attraversano situazioni di difficoltà o si percepisce forte malessere, è perfettamente naturale avvertire la necessità di richiedere un aiuto specialistico. Talvolta, però, si è restii a farlo, a causa di pregiudizi e falsi…

Frasi di psicologi famosi
26 Febbraio 2024

Le 10 frasi più belle di psicologi famosi

L’ambito della psicologia, con le sue profonde intuizioni sul comportamento umano e sulla mente, ha fornito al mondo un’abbondante collezione di pensieri e riflessioni significative. Gli psicologi di fama mondiale, attraverso il loro impegno costante…

L'effetto dei social media sui giovani
26 Febbraio 2024

L’effetto dei social media sui giovani

Ancora prima di affrontare l’articolo affiora un ricordo: forse tredicenne, torno a casa, un pomeriggio dopo la scuola, e all’ingresso registro qualcosa di diverso. Sul telefono grigio della SIP, sul disco, c’è un lucchetto.

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Le Ultime dall'Italia e dal Mondo
Leggi tutti gli articoli
False credenze sulla psicologia: una ragazza parla con un terapeuta
27 Febbraio 2024

Cinque false credenze sulla psicologia di cui diffidare

Quando si attraversano situazioni di difficoltà o si percepisce forte malessere, è perfettamente naturale avvertire la necessità di richiedere un aiuto specialistico. Talvolta, però, si è restii a farlo, a causa di pregiudizi e falsi…

Frasi di psicologi famosi
26 Febbraio 2024

Le 10 frasi più belle di psicologi famosi

L’ambito della psicologia, con le sue profonde intuizioni sul comportamento umano e sulla mente, ha fornito al mondo un’abbondante collezione di pensieri e riflessioni significative. Gli psicologi di fama mondiale, attraverso il loro impegno costante…

Tabellone bianco con frase motivazionale
26 Febbraio 2024

Come diventare coach motivazionale

Il coach motivazionale è una figura che affianca l’individuo per conoscere i meccanismi della sua motivazione e per imparare a riconoscerli, in modo tale da imparare ad ascoltare il corpo e la mente così da…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd