Vaso di Pandora

Pro e contro del sexting: perché può far bene in coppia

Con il termine sexting viene indicata una pratica, in voga soprattutto tra i più giovani, che consiste nel mescolare sesso e messaggistica istantanea. I messaggi possono essere realizzati solo con testo o con l’aggiunta di allegati quali video e foto hot.

La dott.ssa Marinella Cozzolino, sessuologa e psicoterapeuta specializzata in rapporti di coppia, esprime così il suo punto di vista su questa pratica: «Condividere messaggi o immagini esplicite all’interno di una coppia consolidata ha l’obiettivo di implementare l’immaginario e far crescere la tensione erotica tra i partner. Si possono condividere foto e video hot esterne alla coppia o immagini personali. Si può scegliere di inviare all’altro scatti tratti dai momenti della propria routine quotidiana, come ad esempio, il cambio d’abiti, la doccia, il mettere o togliere scarpe o calze, sganciare il reggiseno o la scelta del boxer, spalmarsi una crema corpo o immergersi nella vasca per un bagno caldo».

Bene sì, ma senza esagerare

Secondo Cozzolino, il sexting in coppia può essere utilizzato per aggiungere al rapporto quel po’ di piccante che non guasta. Diverso il discorso nel caso dell’invio di messaggi tra persone che si conoscono appena o che non si conoscono affatto: anche se lo scambio è consenziente, senza una complicità di base si potrebbe arrivare a un’immediata perdita d’interesse nei confronti dell’altro. Peggio ancora, poi, nel caso uno dei due (o più) partecipanti alla conversazione non sia consenziente: è questo il caso che si prospetta quando si verifica l’invio di messaggi hard non richiesti.

«Come tutti i comportamenti meno convenzionali esistono due livelli: soft e hard. Un comportamento sessuale soft serve a migliorare la complicità di coppia. Se invio un testo o un’immagine un po’ piccante al partner sto aumentando livello di intimità, stimolando la fantasia, mettendo un po’ di pepe. Quando invece non prevede il consenso da parte di uno dei due è hard. Un esempio è un adulto, uomo o donna, che invia immagini di nudo a un ragazzino o a una ragazzina di 13 anni. Questo di sicuro va oltre il comportamento sano. Diviene un comportamento abusante. Capita pure agli adulti di ritrovarsi tra i messaggi immagini nude e crude inviate senza il consenso e senza la volontà di partecipare ad alcun gioco. Quella è una forma di abuso» spiega l’esperta.

Le insidie dietro i social

I social network come Instagram e Tik Tok, mettendo in comunicazione individui di tutto il mondo, possono rivelarsi pieni di insidie se usati sconsideratamente. Ecco perché la dott.ssa Cozzolino consiglia sempre ai più giovani di fare attenzione ai pericoli che possono celarsi dietro lo schermo: «Se ne avete proprio voglia, perché magari vi piace il vostro corpo, fate sempre in modo di non essere riconoscibili, in modo che non si possa risalire a voi», quindi mai mostrare il viso. «Certo vale anche per gli adulti, ma mi preoccupo soprattutto per i minorenni».

Argomenti in questo articolo
Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
L'acquisizione di maturità
23 Luglio 2024

L’acquisizione di maturità

Ogni anno, a giugno, il tema degli esami di maturità torna sui giornali con le  previsioni e i commenti sugli argomenti dei temi, con le interviste agli esperti che suggeriscono le strategie di studio e…

Scala Griffiths cosa è
23 Luglio 2024

Scala Griffiths: valutazione dello sviluppo infantile

La scala Griffiths è uno strumento fondamentale per la valutazione dello sviluppo infantile, utilizzata da decenni in ambito pediatrico e psicologico. Sviluppata negli anni ’50 da Ruth Griffiths, questa scala rappresenta un punto di riferimento…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Le Ultime dall'Italia e dal Mondo
Leggi tutti gli articoli
Scala Griffiths cosa è
23 Luglio 2024

Scala Griffiths: valutazione dello sviluppo infantile

La scala Griffiths è uno strumento fondamentale per la valutazione dello sviluppo infantile, utilizzata da decenni in ambito pediatrico e psicologico. Sviluppata negli anni ’50 da Ruth Griffiths, questa scala rappresenta un punto di riferimento…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.