Convegni

Fondazione e fondamenta dell’Identità dello Psicoanalista Multifamiliare

Andrea Narracci
20 Luglio 2019
1 commento
Fondazione e fondamenta dell’Identità dello Psicoanalista Multifamiliare

Roma, 15-16-17 novembre 2019

Fondazione e fondamenta dell’identità dello Psicoanalista Multifamiliare. Esperienza, teoria e formazione continua.

Il Laboratorio Italiano di Psicoanalisi Multifamiliare (LIPsiM) è lieto di annunciare il convegno che si terrà a Roma nei giorni del 15-16-17 novembre 2019.

Negli anni la Psicoanalisi Multifamiliare si è affermata come metodologia efficace per il trattamento della sofferenza mentale grave. La così ampia diffusione di questo approccio e l’impatto trasformativo che questo dispositivo determina nelle istituzioni, negli operatori e negli utenti ci ha portato negli anni ad interrogarci su quali siano le caratteristiche che definiscono un gruppo di Psicoanalisi Multifamiliare.

Durante il primo convegno LIPsiM, a novembre 2014, ci siamo dedicati alle articolazioni della Psicoanalisi Multifamiliare, considerando le tre matrici teoriche di riferimento (psicoanalisi, teoria sistemica relazionale e psichiatria) quali contenitore per le nostre riflessioni.Nella seconda edizione 2016 abbiamo scelto di focalizzarci sul cambiamento e le riverberazioni che il GPMF crea all’interno dei contesti istituzionali, degli operatori  e di tutte le persone che vi partecipano.

In questo terzo convegno, a partire dalle riflessioni sviluppate nel corso del primo ciclo del Master in PMF, intendiamo esplorare il processo di fondazione identitaria dello Psicoanalista Multifamiliare. Questa non nasce solo dall’integrazione di diversi approcci terapeutici, ma dal fatto che queste conoscenze convergono in un’esperienza, quella del gruppo, dove co-esistono aspetti professionali e personali.  Questa sinergia permette un utilizzo ricontestualizzato delle proprie, antecedenti, competenze, all’interno del qui ed ora del gruppo. Pensiamo ci siano due passaggi necessari a questo processo: il momento della vivencia esperita all’interno del gruppo e quello dell’approfondimento, che raffina quell’esperienza con le acquisizioni teoriche. Questo percorso non si esaurisce nell’apprendimento di una tecnica, ma si costituisce come un laboratorio di formazione permanente, basato sul continuo confronto tra i suoi membri. Per tali motivi le aree tematiche del convegno vertono su:

– Dall’esperienza… “vedere per credere”: motivazioni, impatto con il gruppo, vivencia, risonanze interne, cambiamenti nell’operatore.

– …alla teoria: origine, evoluzione, svincolo, ambiti di applicazione.

– “Vamos a apprender!”: Ateneo, laboratorio, intervisione, formazione continua, opportunità del lavoro multifamiliare.

Vi invitiamo a proporre i vostri lavori sui temi delle giornate inviando l’abstract (max 300 battute) entro il 30 luglio 2019.

I lavori nella loro forma definitiva non dovranno superare le 5.400 battute, spazi inclusi.

Si prega di inviare la richiesta all’indirizzo mail:   psicoanalisimultifamiliare@gmail.com



Una risposta.

  1. Antonio ha detto:

    Salve
    sono Antonio Danise ed abito a Firenze.
    Chiedo scusa se uso questo mezzo per una richiesta un po’ particolare
    Sono un lettore amante della buona letteratura e di recente ho scoperto un ottimo esempio di tale letteratura col romanzo del dott. Carmelo Conforto dal titolo ”L’uomo che inghiottì una guardia municipale” edizioni Ibiskos.
    Mi piacerebbe comunicare alcune considerazioni sul romanzo direttamente all’autore.
    Nei giorni scorsi ho inviato una mail all’indirizzo indicato nel vostro sito per chiedere la cortesia di avere l’indirizzo di posta elettronica del Dottor Conforto.ma non ho ricevuto risposta.
    Faccio la stessa richiesta adesso attraverso questo mezzo insolito.
    Per eventuali comunicazioni il mio indirizzo diposta elettronica è il seguente.
    andanise61@gmail.com

    Ringrazio anticipatamente.
    Antonio Danise.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri come vengono trattati i tuoi dati