Vaso di Pandora

Effetto Festival di Sanremo: perché le canzoni ci restano in testa

In una settimana particolare come quella del Festival di Sanremo, durante la quale siamo continuamente bombardati da canzoni dei generi più svariati, spesso può capitare che alcuni brani ci restino in testa più di altri. Ma qual è il meccanismo del tormentone? Perché alcune canzoni ci entrano nel cervello e sembrano non andare più via? Il motivo risiede in specifiche dinamiche psicologiche: vediamo quali.

Earworm: il “verme dell’orecchio”

Il meccanismo secondo il quale una canzone entra in testa viene definito “earworm” (“verme dell’orecchio”, quello che in italiano definiremmo “tarlo”), conosciuto anche come MIR (Musical Imagery Repetition), ovvero una ripetizione continua e involontaria di “immagini musicali” che si susseguono nella mente.

Solitamente, in una settimana tipo, più del 90% delle persone si ritrovano ad avere in testa una canzone (o una parte di essa) in maniera continuativa. Il fenomeno è più diffuso tra le donne e capita con maggiore frequenza durante l’età adulta. Secondo Elizabeth Hellmuth Margulis, responsabile del Music Cognition Lab dell’Università di Princeton, “a restare impressi, in genere, sono i frammenti di un brano, non un intero pezzo”. Si tratta del cosiddetto “effetto Zeigarnik“, così chiamato in onore della psicologa lituana Bluma Zeigarnik, a cui se ne deve la scoperta.

E se il brano in questione non è gradito o risulta eccessivamente martellante? Come liberarsene?

Chiodo scaccia chiodo

Vale la regola del classico “chiodo scaccia chiodo”: può essere utile trovare una canzone “di riserva”, da ascoltare possibilmente per intero. Può trattarsi dello stesso brano o di un brano diverso, purché venga ascoltato nella sua interezza. Una possibile alternativa può essere rappresentata dal concentrarsi su una specifica attività che richieda l’uso del pensiero (lettura, cruciverba etc.) o, ancora, si può ricorrere alla masticazione di un chewing-gum.

I tarli musicali come allenamento della memoria

Come esplicato dal neuroscienziato e studioso Benjamin Kubit, “di solito pensiamo ai tarli come a un fastidio, in realtà si tratta di una forma di consolidamento mnemonico che aiuta a preservare le esperienze più o meno recenti”. Ecco, quindi, che le canzoni “tarlo” si configurano come uno strumento utile per preservare i ricordi nella nostra memoria, sia a breve che a lungo termine.

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
False credenze sulla psicologia: una ragazza parla con un terapeuta
27 Febbraio 2024

Cinque false credenze sulla psicologia di cui diffidare

Quando si attraversano situazioni di difficoltà o si percepisce forte malessere, è perfettamente naturale avvertire la necessità di richiedere un aiuto specialistico. Talvolta, però, si è restii a farlo, a causa di pregiudizi e falsi…

Frasi di psicologi famosi
26 Febbraio 2024

Le 10 frasi più belle di psicologi famosi

L’ambito della psicologia, con le sue profonde intuizioni sul comportamento umano e sulla mente, ha fornito al mondo un’abbondante collezione di pensieri e riflessioni significative. Gli psicologi di fama mondiale, attraverso il loro impegno costante…

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Le Ultime dall'Italia e dal Mondo
Leggi tutti gli articoli
False credenze sulla psicologia: una ragazza parla con un terapeuta
27 Febbraio 2024

Cinque false credenze sulla psicologia di cui diffidare

Quando si attraversano situazioni di difficoltà o si percepisce forte malessere, è perfettamente naturale avvertire la necessità di richiedere un aiuto specialistico. Talvolta, però, si è restii a farlo, a causa di pregiudizi e falsi…

Frasi di psicologi famosi
26 Febbraio 2024

Le 10 frasi più belle di psicologi famosi

L’ambito della psicologia, con le sue profonde intuizioni sul comportamento umano e sulla mente, ha fornito al mondo un’abbondante collezione di pensieri e riflessioni significative. Gli psicologi di fama mondiale, attraverso il loro impegno costante…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd