Vaso di Pandora

Deficit dell’attenzione e dell’iperattività, la diagnosi è possibile in età adulta?

Deficit dell’attenzione e dell’iperattività, comunemente conosciute come ADHD: la diagnosi è possibile anche in età adulta? È la domanda che si pongono moltissime persone, soprattutto chi ne ha i sintomi pur senza aver ricevuto una diagnosi dettagliata che solitamente viene eseguita intorno ai 6-10 anni per essere presa in carico tempestivamente andando a intervenire sui comportamenti e permettendo così un “vivere sereno”.

Il comportamento per chi soffre di ADHD è spesso contraddistinto da atteggiamenti spesso incompresi e giudicati fuori luogo. Spicca, nello specifico, l’impulsività difficile da gestire, ma anche una carenza di attenzione che non permette di fare proprie le informazioni contribuendo a rendere ulteriormente difficile la fase di organizzazione e di gestione delle stesse. Fattori che, molto spesso, non aiutano i bimbi a scuola, ma neanche gli adulti alle prese con il lavoro.

Chi soffre di ADHD, spesso e volentieri, ha pensieri confusi ed è frettoloso nel gestire e nel fare le cose, compresa l’esposizione che molte volte risulta veloce, sfuggevole e poco chiara. Riconoscere i sintomi nell’età infantile permette di potersene fare carico, riducendo i sintomi e contribuendo a vivere meglio la propria vita, socialità compresa. Molti adulti che ne soffrono, a cui non è stata mai diagnosticata, vengono invece etichettati come disorganizzati o poco attenti, quando invece, inconsapevolmente, soffrono di un disturbo che, proprio per via del modo in cui vengono etichettati, non permette di vivere serenamente.

La diagnosi però è possibile a qualsiasi età, qualora si pensasse di soffrire di questo disturbo il consiglio è infatti quello di rivolgersi ai professionisti che si occuperanno di effettuare le corrette valutazioni per poter comprendere se si soffre o meno del disturbo. In questo modo sarà possibile intervenire andando a limare o a modificare alcuni atteggiamenti tramite l’ausilio di esercizi specifici, ma anche medicinali che permetteranno di ritrovare l’equilibrio perduto.

Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
mamma tiene in braccio un neonato
13 Giugno 2024

Baby Blues: comprendere il disturbo post-partum

Cos’è il baby blues? Questa espressione è sempre più diffusa e indica un fenomeno comune che interessa molte neo-mamme nei giorni o settimane immediatamente successivi al parto.Si tratta di una condizione temporanea e che differisce…

Nuove Rems?
13 Giugno 2024

Nuove REMS?

Nella bozza dell’annunciato provvedimento del Ministro Schillaci sulle liste di attesa vi è l'art. 21 che stanzia 40 milioni di Euro per la realizzazione di nuove REMS o la manutenzione di quelle esistenti.

uomo e donna stesi si guardano malinconici
13 Giugno 2024

Attaccamento ambivalente: effetti sulle relazioni negli adulti

L’attaccamento ambivalente, noto anche come attaccamento ansioso, è uno dei quattro principali stili di attaccamento identificati dalla teoria dell’attaccamento di John Bowlby. Questo stile si sviluppa durante l’infanzia e ha implicazioni significative per le relazioni…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Le Ultime dall'Italia e dal Mondo
Leggi tutti gli articoli
mamma tiene in braccio un neonato
13 Giugno 2024

Baby Blues: comprendere il disturbo post-partum

Cos’è il baby blues? Questa espressione è sempre più diffusa e indica un fenomeno comune che interessa molte neo-mamme nei giorni o settimane immediatamente successivi al parto.Si tratta di una condizione temporanea e che differisce…

uomo e donna stesi si guardano malinconici
13 Giugno 2024

Attaccamento ambivalente: effetti sulle relazioni negli adulti

L’attaccamento ambivalente, noto anche come attaccamento ansioso, è uno dei quattro principali stili di attaccamento identificati dalla teoria dell’attaccamento di John Bowlby. Questo stile si sviluppa durante l’infanzia e ha implicazioni significative per le relazioni…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd