Vaso di Pandora

Nel caleidoscopio dell’anima: il percorso verso il diventare sociologo clinico

Il sociologo clinico è una figura non troppo conosciuta che però merita un approfondimento in quanto figura interessante per il cambiamento della società. Se la sociologia studia la complessità della società umana ovvero la trama complessa di interazioni sociali, la sociologia clinica si occupa anche di superare quei problemi che in essa si creano. La sociologia clinica utilizza il metodo scientifico per la comprensione e una funzione di intervento sociale per attuare il cambiamento necessario.

Chi è il sociologo clinico

Il sociologo clinico è prima di tutto uno studioso, che integra i suoi studi e teorie sociologiche con le pratiche terapeutiche. Questa figura professionale si concentra non solo sull’analisi delle dinamiche sociali e i processi che influenzano la società, ma anche sulle esperienze dell’individuo e il contesto in cui vive e opera. In “Professione Sociologo Clinico”, la sociologa clinica Melodie Lehnerer, si riferisce al sociologo clinico come un vero e proprio “agente del cambiamento immerso nel mondo sociale del suo cliente”. Possiamo dire che il sociologo clinico lavora con il cliente individuo o comunità sempre su due fronti analisi-intervento con il fine ultimo del cambiamento e quindi della risoluzione del problema trattato. In definitiva, dato il crescente aumento di disagio sociale e collettivo, il sociologo clinico, oggi più che mai, si delinea come un operatore di elevata professionalità capace di intervenire sui processi sociali, favorire e promuovere buone prassi nei settori più vari, dalla alimentazione, alla pratica sportiva, dal benessere individuale a quello collettivo della comunità.

Come si fa a diventare sociologo clinico: non solo università e master

Se più volte nella vostra vita vi siete interessati alla società o siete rimasti affascinati dalle dinamiche che la muovono, la sociologia potrebbe essere un ottimo percorso per voi. Se vi siete anche chiesti come diventare parte attiva di un cambiamento sociale, come poter aiutare una persona o un gruppo di persone all’interno di un tessuto sociale, di sicuro la sociologia clinica fa per voi. La base del percorso di sociologia clinica è una laurea in sociologia, ne esistono sia triennali che magistrali. Ci sono master specifici in sociologia clinica che danno accesso ad opportunità di tirocini, praticantati e lavori. Ricordiamoci però che gli studi universitari non bastano per avere una conoscenza approfondita della materia, serve sempre una buona dose di curiosità, leggere libri, articoli accademici, anche internazionali, in quanto ci sono Paesi che grazie a politiche di welfare avanzate, riescono a dare alla sociologia e alle sue pratiche un grande spazio di ricerca e messa in pratica. 

Sbocchi lavorativi dello psicologo clinico

“Gli sbocchi occupazionali più immediati riguardano le attività di counseling sociologico, l’analisi e la conseguenza organizzativa, la valutazione dei programmi e degli interventi sociali, la mediazione sociale, il lavoro di facilitazione nei gruppi, l’advocacy territoriali” (fonte: unite.it). La maggior parte di queste occupazioni sono difficili da mettere in pratica in quanto spesso le politiche di welfare in Italia non permettono di dedicarsi a prassi così approfondite come potrebbe essere l’advocacy territoriale. Tuttavia, vogliamo porre l’attenzione su queste tre figure professionali che dovrebbero essere la base per un corretto funzionamento della società: mediatore sociale, facilitatore di gruppi e responsabile dell’advocacy territoriale.

  • Il mediatore sociale è il simbolo della mediazione culturale in varie occasioni di tipo diplomatico, d’accoglienza e integrazione. Lavora in strutture pubbliche e private come ospedali, scuole, centri d’accoglienza, carceri, comuni e centri di collocamento, può affiancare medici, avvocati, giudici, scuole e insegnanti.
  • Il facilitatore di gruppi è il “ponte” dei gruppi e delle comunità, facilita le interazioni e i processi di comunicazione e lavoro tra le parti. Sa creare un ambiente recettivo, positivo e propositivo in cui i partecipanti sono liberi di essere, di esprimersi, mettersi in gioco, prendere delle decisioni e contemporaneamente essere e sentirsi parte del gruppo. Il facilitatore di gruppi organizza il lavoro del gruppo e lo responsabilizza in quanto tale, gestisce gli eventuali conflitti che possono sorgere all’interno del gruppo, infine monitora i progressi e valuta il lavoro del gruppo, apportando modifiche, dispensando consigli e strategie.
  • Il responsabile dell’advocacy territoriale ha l’obiettivo di promuovere un territorio, i suoi bisogni, diritti e interessi. Questa figura professionale studia e analizza i problemi e le esigenze di una determinata comunità e/o territorio. Successivamente informa e sensibilizza riguardo i problemi affrontati attraverso eventi, campagne e qualsiasi mezzo di comunicazione che possa aiutare a raggiungere l’obiettivo della comunità. A un responsabile dell’advocacy non deve mancare una buona dose di passione per la politica e le leggi con cui ha a che fare ogni giorno, oltre a dialettica e carisma in quanto è anche un tessitore di reti e coalizioni.

Perché la sociologia clinica è importante

Come abbiamo visto, la sociologia clinica affronta le problematiche della società e cerca di risolverle e dare strategie vincenti per raggiungere una funzionalità sociale ma anche una qualità dei rapporti tra gli individui. Studiare sociologia clinica significa voler essere parte attiva di questo processo, voler dare il proprio contributo non solo al singolo individuo, bensì all’intera comunità. Grazie alla sociologia clinica si comprendono le sfide individuali in un contesto complesso come quello sociale e come intervenire su quelle che sono alcune delle grandi problematiche della nostra società: disuguaglianze, disinformazione e incomunicabilità tra le parti. Il sociologo clinico ha una visione olistica e lavora a favore dell’integrazione, dell’orientamento, del cambiamento sociale e del miglioramento di qualità di vita della società, quindi di tutti noi.

Argomenti in questo articolo
Condividi

Lascia un commento

Leggi anche
strada di città affollata
23 Maggio 2024

Ansia sociale. 10 tecniche per superarla efficacemente

L’ansia sociale comporta il provare una paura intensa del giudizio altrui, tale da condizionare le interazioni sociali in maniera debilitante: come superarla?Noto anche come fobia sociale, questo disturbo può interferire significativamente con la vita quotidiana,…

Videomodeling per autismo: due adolescenti di fronte a una tv
23 Maggio 2024

Videomodeling per autismo: una tecnica rivoluzionaria

Quella che chiamiamo videomodeling (scritta talvolta anche come video modeling) è una recente tecnica comportamentale. Consiste nel mostrare a un bambino, o a un adolescente, uno o più video di una persona mentre svolge determinate…

DSA e inglese: studenti che entrano a scuola
22 Maggio 2024

DSA e inglese, metodi innovativi per l’apprendimento

Il rapporto tra DSA e inglese è piuttosto delicato. In generale, tutti i nostri studenti fanno una certa fatica ad apprendere l’inglese. Ciò si deve a diverse motivazioni: professori non coinvolgenti, difficoltà fonetica, disinteresse, scarsa…

Nasce Mymentis

L’eccellenza del benessere mentale, ovunque tu sia.

Mymentis

Scopri la nostra rivista

 Il Vaso di Pandora, dialoghi in psichiatria e scienze umane è una rivista quadrimestrale di psichiatria, filosofia e cultura, di argomento psichiatrico, nata nel 1993 da un’idea di Giovanni Giusto. E’ iscritta dal 2006 a The American Psychological Association (APA)

Le Ultime dall'Italia e dal Mondo
Leggi tutti gli articoli
strada di città affollata
23 Maggio 2024

Ansia sociale. 10 tecniche per superarla efficacemente

L’ansia sociale comporta il provare una paura intensa del giudizio altrui, tale da condizionare le interazioni sociali in maniera debilitante: come superarla?Noto anche come fobia sociale, questo disturbo può interferire significativamente con la vita quotidiana,…

Videomodeling per autismo: due adolescenti di fronte a una tv
23 Maggio 2024

Videomodeling per autismo: una tecnica rivoluzionaria

Quella che chiamiamo videomodeling (scritta talvolta anche come video modeling) è una recente tecnica comportamentale. Consiste nel mostrare a un bambino, o a un adolescente, uno o più video di una persona mentre svolge determinate…

DSA e inglese: studenti che entrano a scuola
22 Maggio 2024

DSA e inglese, metodi innovativi per l’apprendimento

Il rapporto tra DSA e inglese è piuttosto delicato. In generale, tutti i nostri studenti fanno una certa fatica ad apprendere l’inglese. Ciò si deve a diverse motivazioni: professori non coinvolgenti, difficoltà fonetica, disinteresse, scarsa…

Storie Illustrate
Leggi tutti gli articoli
8 Aprile 2023

Pensiamo per voi - di Niccolò Pizzorno

Leggendo l’articolo del Prof. Peciccia sull’ intelligenza artificiale, ho pesato di realizzare questa storia, di una pagina, basandomi sia sull’articolo che sul racconto “Ricordiamo per voi” di Philip K. Dick.

24 Febbraio 2023

Oltre la tempesta - di Niccolò Pizzorno

L’opera “oltre la tempesta” narra, tramite il medium del fumetto, dell’attività omonima organizzata tra le venticinque strutture dell’ l’intero raggruppamento, durante il periodo del lock down dovuto alla pandemia provocata dal virus Covid 19.

Pizz1 1.png
14 Settembre 2022

Lo dico a modo mio - di Niccolò Pizzorno

Breve storia basata su un paziente inserito presso la struttura "Villa Perla" (Residenza per Disabili, Ge). Vengono prese in analisi le strategie di comunicazione che l'ospite mette in atto nei confronti degli operatori.

سكس شباب english blue film video hot movies in hindi petite inked thai teen with hairy pussy rides dick in pov video sex melayu boleh ariana marie romance roses more itunda net kunyaza indian sex videos big titted vanesa will satisfy her dick thirst by deflowering a young and shy teacher main dengan adik ipar free sex video uk ashley adams in why daddy xxx bf video indian ब प ट र पल एक स ब प स क स द न ब स तर म एक मज द र र मप क ल ए एर क क जग त ह indian school girl sex hd