familiari


Quando la tutela non tutela

Ci è capitato durante l’ultima supervisione del gruppo di Psicanalisi Multifamiliare di tornare a ragionare sulla misura di Amministrazione di Sostegno in relazione ai nostri pazienti e su alcune situazioni che si rivelano inadatte nello svolgimento del nostro lavoro in psichiatria.


I duellanti, psicosi e psichiatria e la costruzione della cronicità

L’idea più radicale dell’antipsichiatria è certamente quella che sostiene che la malattia mentale altro non è che la conseguenza di ambienti di cura alienanti, oppressivi, che calpestano la dignità degli individui. Basta chiudere i manicomi che la follia scomparirà. È anche l’idea meno dichiarata, quella su cui pochi psichiatri si sono mostrati pronti a scommettere.


Intervista Multifamiliare a Casa Cima

MariaLuisa Rainer partecipa al gruppo Multifamiliare di Casa Cima da quando è iniziato, più di 4 anni fa, ogni settimana.

Credo non sia mai mancata, forse in un paio di occasioni.

Ha partecipato con il figlio. Quando lui è stato dimesso, MariaLuisa ci ha chiesto di continuare a partecipare.

Nessuno di noi avrebbe potuto esprimere […]


Il metodo della Psicoanalisi dei gruppi multifamiliari

Mario Perini - 16 Ottobre 2021 - - Nessun commento
Il metodo della Psicoanalisi dei gruppi multifamiliari

I gruppi multifamiliari consistono in riunioni di intere famiglie, che coinvolgono i pazienti e diverse generazioni dei loro familiari – insieme agli operatori che di essi si prendono cura – in incontri e conversazioni di lavoro con il coordinamento di uno o più professionisti formati specificamente in questo metodo. Il dispositivo, che trae origine da un’integrazione tra l’approccio gruppo-analitico e quello sistemico e che si rivolge contemporaneamente all’individuo, al gruppo e all’istituzione, permette, grazie alla sua ampia applicabilità ai diversi contesti di cura, un’ottimizzazione delle risorse, una più adeguata ed efficace risposta al disagio psicologico da parte degli operatori e dei servizi, e la cooperazione di tutte le professionalità (psichiatri, neuropsichiatri infantili, psicologi, educatori professionali, assistenti sociali, infermieri, ecc.) che gravitano intorno a situazioni multi-problematiche degli individui e delle famiglie. Inoltre esso può reclutare agli obiettivi della cura e della riabilitazione anche le risorse co-terapeutiche presenti nei pazienti stessi e nei loro familiari.