Autori

Furio Ravera

Furio Ravera


furio.ravera@libero.it


PSICHIATRA Direttore Reparto Disturbi di Personalità e Dipendenze
Dal 1980 Psichiatra presso la Casa di Cura le Betulle. Fondatore della CT CREST sede Cuveglio nell 1984. Fondatore della Comunita CREST sede Vinago nel 1996, Fondatore della CT Cima a Milano. Fondatore della SDP nel 1992. Psicoterapeuta. Già Professore a Contratto presso la Scuola di Psicologia Clinica dell’Università di Milano Bicocca Nel 2014 ha partecipato al corso di MBRS presso l’associazione Tempodimindfulness (www.tempodimindfulness.com). Ha completato primo e secondo livello di formazione EMDR. Direttore Reparto Disturbi di Personalità e dipendenze luglio 1980 – Present In questo reparto, collocato in una precisa sezione della Casa di Cura ” Le Betulle” vengono trattate tutte le forme di disagio acute inquadrabili nell’ampia categoria dei disturbi di personalitá. Attualmente tali quadri clinici sono in alta percentuale complicati dall’uso di sostanze stupefacenti di vario tipo: cannabis, cocaina, ketamina, mdma, alcol. Ne consegue la necessitá di una complessa gestione del caso che tenga doverosamente conto dell’abuso di sostanze associato alle caratteristiche di personalitá del paziente. Con una significativa prevalenza i disagi giovanili nel sesso femminile sono complicati da disturbi della condotta alimentare di tipo bulimico associate a vomito auto indotto. La possibilità di progettare una cura efficace per questi pazienti è fondata sul riconoscimento dei tratti profondi, spesso di origine traumatica (ma non soltanto) che si esprimono con comportamenti patologici, come l’abuso di sostanza o i disturbi della condotta alimentare. Non va dimenticato che nell’ambito dell’abuso di sostanze, soprattutto quando è iniziato in giovanissima età, sono di frequente osservazione comportamenti impulsivi, disturbi d’ansia, attacchi di panico, aggressività, intolleranza ad ogni regola, improvvise difficoltà scolastiche e quadri più seri come forme di scompenso psicotico. Il reparto é attrezzato per definire una diagnosi che non si riduca ad una semplice etichetta ma costituisca una indicazione per il trattamento, dunque una diagnosi spendibile clinicamente. Ad essa si giunge attraverso i colloqui con le psicologhe e gli psichiatri, l’impiego di test ed interviste strutturate, nonché l’osservazione del paziente nella vita di reparto. Infatti il paziente pur essendo ricoverato in una camera singola ha una giornata strutturata insieme ad altri pazienti, sotto forma di attività ricreative ed incontri terapeutici di gruppo. Fra le attività un ruolo particolare viene svolto dalla terapia dialettico comportamentale (DBT), dalla Mindfulness e EMDR. FORMAZIONE: PSICOANALISI e PSICHIATRIA PSICODINAMICA Analisi personale con analista SPI SCUOLA DI SPECIALITÀ IN NEUROPSICHIATRIA INFANTILE Diploma di Specialità Universita statale di Milano LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA

Ricevi aggiornamenti e novità con la nostra newsletter!