Maxxi, Roma 3-5 Aprile 2020 

EVENTO RINVIATO!!!

10° Filmfestival della Salute Mentale

di Andrea Narracci

Il FilmFestival della Salute Mentale Lo Spiraglio nasce in un centro diurno romano, a due passi dalla stazione Termini, dove si esprime appieno il modello di riabilitazione ed inclusione psicosociale che vede collaborare Roma Capitale con le ASL che incidono sul territorio.

Nell’ambito della progettazione che ogni anno regola i rapporti tra le istituzioni capitoline e sanitarie nel 2009 viene proposto come progetto innovativo e ottiene un piccolo fondo dedicato, che si è andato rafforzando nel corso degli anni.

L’idea nasce mutuando alcune osservazioni emerse nell’ambito di due esperienze a loro volta innovative.

Una, il gruppo di psicoanalisi multifamiliare, sul modello del suo fondatore argentino, Jorge Garcia Badaracco.

L’altra, un gruppo riabilitativo centrato su attività sportive veliche e di vita sul mare, in collaborazione con la scuola di vela e di mare Altura.

Sono questi i contesti in cui anche persone molto gravi e compromesse possono riuscire, se viste con uno sguardo attento alle loro potenzialità e qualità, a compiere passi insperati nel cammino del recupero.

Quella che proprio in quegli anni inizia a prendere piede con il termine anglosassone di “recovery”, impropriamente tradotto con “guarigione”.

Così il progetto festival si avvia coinvolgendo fin dal principio gli utenti, anche quelli più sofferenti, insieme ad operatori giovani e motivati, ad una direzione artistica di grande qualità umana e professionale e alla società civile interessata.

Il festival, che proprio per iniziativa di uno degli utenti storici, tuttora impegnato nell’organizzazione, si chiamerà Lo Spiraglio, nasce come progetto inclusivo, attento al processo riabilitativo e terapeutico che in esso si svolge, ma orientato a costruire un prodotto di qualità che abbia la forza per affermarsi sulla scena nazionale.

Da 10 anni, prima alla Casa del Cinema, poi al Nuovo Cinema Aquila ed infine, con una partnership particolarmente riuscita, al MAXXI, il festival racconta la salute mentale al grande pubblico come nessuno dei migliori esperti riesce a fare, incontra le scuole, i registi e gli attori e conferisce agli autori dei migliori lungometraggi e cortometraggi due premi intitolati a Fausto Antonucci, che del modello romano di “inclusione sociale” è stato di sicuro il più grande fautore, e a Jorge Garcia Badaracco, che è stato il padre fondatore della psicoanalisi multifamiliare nel mondo.