Il Vaso di Pandora

Il Vaso di Pandora Dialoghi in Psichiatria e Scienze Umane


Niccolo Pizzorno

Federica Olivieri - 22 Aprile 2022 - - Nessun commento

Oss presso Rd “Villa Perla” (Ge). Referente dell’attività “Arte che cura” per la Residenza Disabili “Villa Perla”.





Altrove

Caterina Vecchiato - 19 Aprile 2022 - - Nessun commento
Altrove

Pare che tra le ultime frasi di Dino Buzzati ci sia stata una stupita osservazione di sé stesso in quel momento: “strano…non arriverò a sera, ma, se il direttore mi chiedesse un articolo … glielo farei!”


Recensione al film “La schivata” di Abdellatif  Kechiche

Lo sfondo di questa storia di adolescenti è la periferia parigina con i suoi grandi, freddi palazzi e gli sterili spazi verdi. Il paesaggio è quasi unico spettatore, compaiono pochissimi adulti e non sempre sono individui rassicuranti. La madre di uno dei protagonisti, Abdelkrim chiamato Krimo la vediamo in un paio di brevi scene: in una stira, in un’altra dorme sul divano davanti al televisore logorata forse da una giornata di lavoro. Non sembra avere molta influenza sul figlio; il padre è in carcere così come altri padri della zona, di cui si fa appena cenno.


Primo compleanno di “Villa Danilo”

Ieri abbiamo festeggiato il primo compleanno della Fattoria Terapeutica Villa Danilo. È stato un primo anno intenso, forse difficile da raccontare a parole. Sicuramente il primo anno di ogni nuova comunità è complesso, un gruppo nuovo che deve imparare a lavorare insieme e la casa che si deve creare in quanto tale.


Immaginazione del cuore

Caterina Vecchiato - 2 Aprile 2022 - - Nessun commento
Immaginazione del cuore

Credo che sia necessario, ma difficile esprimere con moderazione e cioè più utilmente quanto ci attraversa, ci sollecita e opprime in un contesto caotico e angosciante come quello che stiamo vivendo. E’ stato, l’ultimo mese, un continuo confronto tra impotenza e immaginazione… non riesco a descrivere meglio come mi sentissi spesso trascinata altrove con la mente.


Recensione al film “Una relazione privata” di Frédéric Fonteyne

L’uomo e la donna visti nel film si incontrano tramite un’inserzione su una rivista pornografica per vivere una “relazione privata”, fare qualcosa di indicibile – questo forse può riportarci a quello di più profondo, tormentante e indicibile che i protagonisti nascondono dentro di loro – e nessuno dei due rivelerà cosa, durante tutta la storia strutturata a tratti come un’intervista.